Saladino (ex FI): ordinanza somministrazione bevande mette in difficoltà gli imprenditori

In Politica On
Saladino (ex FI): ordinanza somministrazione bevande mette in difficoltà gli imprenditori

Piove sul bagnato, no non è un riferimento alle condizioni meteo che hanno mostrato ancora una volta le criticità della nostra cittadina, ma è la sensazione che si sta vivendo in queste ore tra la popolazione lametina.

Comunicato Stampa

Oltre alle già note vicende riguardanti gli impianti sportivi, i teatri e le fiere patronali, un altro fulmine colpisce questa volta principalmente i locali, bar e pub del centro cittadino.

In coincidenza con la manifestazione nazionale Trame e della Notte Bianca dello shopping lametino la terna commissariale ha emanato un’ordinanza con cui nelle giornate dal 20 al 24 Giugno 2018 dalle ore 18.00 fino alle ore 02.00 successive è vietata la somministrazione e vendita per asporto di bevande alcoliche da parte dei soggetti esercenti le attività commerciali di somministrazione di alimenti e bevande e dei circoli privati che si trovano nel centro di Nicastro.

Tale ordinanza mette in seria difficoltà i giovani imprenditori proprietari dei locali presenti in zona in quanto risulta molto difficile poter controllare che tutti i clienti e consumatori stiano all’interno delle mura del locale stesso, oltre al fatto che molte delle attività, con l’arrivo della bella stagione, cercano di sfruttare gli spazi all’aperto per poter aumentare il proprio volume d’affari, messo già a dura prova dalla crisi economica in cui versa la nostra città e dalle norme già stringenti che devono rispettare i locali che somministrano bevande alcoliche e propongono musica e spettacoli.

Tutto ciò sembra stonare anche con il tema di quest’anno della rassegna Trame: “Il coraggio di ogni giorno”, coraggio che bisogna per forza riconoscere nei ragazzi proprietari dei pub e cocktail bar che hanno deciso di fare imprenditoria in un territorio da cui molti preferiscono agevolmente scappare viste le innumerevoli “difficoltà” contro cui la stessa manifestazione si pone.

Ci chiediamo allora dove sia finito il buon senso, perché amministrare una città non significa solo applicare rigidamente le norme in vigore, ma ascoltare e capire le esigenze di una città che ormai si sente oppressa da un’amministrazione commissariale molto spesso sorda alle richieste e alle esigenze della popolazione.

Lamezia Terme non ha bisogno di blocchi e divieti ma di un volano che la faccia ripartire e sfruttare le enormi potenzialità di cui dispone.

Giacinto Saladino

Ex Membro del Direttivo Cittadino Forza Italia Lamezia Terme

Articoli Correlati

Associazione Vivo Lamezia: un cimitero per animali e pronto intervento Fido

L’Associazione “Vivo Lamezia” scende in campo alle Amministrative 2019 a sostegno dei candidati al consiglio comunale di Lamezia Terme

Read More...
Piccioni: Color, Lameziacomics e tanto altro…bloccati o espatriati. E’ il momento di dire basta

Liste Piccioni: no ad affissioni abusive e “guerre dei manifesti”

La campagna elettorale appena iniziata dovrà essere contraddistinta dal più rigoroso rispetto delle regole e da una forte connotazione

Read More...
Lamezia. Ruggero Pegna incontra i candidati di Forza Italia

Lamezia. Ruggero Pegna incontra i candidati di Forza Italia

Il primo degli incontri tra Ruggero Pegna, candidato a sindaco di Lamezia Terme da tre dei principali partiti del

Read More...

Mobile Sliding Menu