San Mango d’Aquino. Conclusa la sesta edizione del premio Muricello

In Eventi&Cultura On
San Mango d’Aquino. Conclusa la sesta edizione del premio Muricello

Conclusa la sesta edizione del premio Muricello a San Mango d’Aquino.

Un appuntamento che ha visto, per la prima volta, il patrocinio della nuova amministrazione comunale, insediatasi proprio due mesi fa con l’elezione del sindaco Luca Marelli.

E proprio il primo cittadino ha fortemente sponsorizzato la manifestazione: «il Muricello è ormai diventato parte importante della storia di questo paese e noi intendiamo far la nostra parte per rafforzare un evento che vale molto in termini di impegno civile».

Anche quest’anno il giornalista Antonio Chieffallo, ideatore del premio, ha ribadito le ragioni dell’appuntamento: «due i nostri obbiettivi, ossia riconoscere l’impegno di quei calabresi che mettono in gioco a diverso titolo le proprie esperienze di vita è volontà di fare conoscere, ai giovani sanmanghesi, uomini e donne che rischiano ogni giorno per tracciare la strada dura e difficile di restare fedeli ai propri principi».

Nel corso della serata è stato assegnato un riconoscimento ai giovani diplomati e laureati dell’ultimo anno che, per il vicesindaco, Franco Trunzo, «vuole essere un incoraggiamento nei confronti dei nostri ragazzi a fare sempre meglio nella loro vita».

Presente l’amministrazione con Luisa Fiorillo, presidente del consiglio comunale, Francesco Marsico, assessore al bilancio, Aldo Grandinetti, che si occupa dei fondi comunitari e Teresa Pileggi, da sempre in prima linea sul fronte delle politiche sociali e Serafino Gallo che ha il compito di seguire l’organizzazione generale dell’ente.

Il premio Muricello è andato quest’anno a Gaetano Saffioti, imprenditore e testimone di giustizia, che l’intera amministrazione comunale ha accolto con «uno spirito di riconoscenza per quello che ha fatto negli ultimi anni»: «il lavoro che ho fatto nella mia vita è legato ad una questione di responsabilità nei confronti dei giovani. Dobbiamo lasciare un mondo migliore di quello che abbiamo trovato. Ed ognuno deve fare la sua parte».

La seconda premiata della serata è stata la scrittrice ed attrice Angelica Artemisia Pedatella «per la capacità di guardare il mondo oltre i confini e le gabbie che l’uomo ha costruito nel tempo».

Menzioni speciali al giornalista Agostino Pantano «per aver scelto la via più difficile nell’esercizio del mestiere di giornalista: essere al servizio della notizia, della propria coscienza e della propria terra», alla ricercatrice universitaria Alessia Bausone «per il coraggio e l’impegno con i quali porta avanti le lotte a difesa dei diritti civili», ed all’imprenditore Franco Arcuri «per aver saputo creare un marchio d’impresa prestigioso con l’impegno ed il coraggio di chi ha sempre inseguito il futuro sognandolo come un’opportunità».

I ringraziamenti finali sono stati per il giornalista Ugo Floro che ha condotto la serata, ma «che ormai è parte integrante del premio a cui collabora fin dalla prima edizione».

Articoli Correlati

La Royal nella trasferta romana

Trasferta a Bisceglie per una Royal Team in cerca di punti

Continua il campionato in trasferta, da calendario e non, per la Royal Team Lamezia che per l’11/a giornata del

Read More...
Gallo: evitare che gli investimenti pubblici finiscano in mano alle cosche

Gallo, Welfare: due Conferenze permanenti, tanta confusione

Stesso ambito, organismi doppi, tanta confusione (altro…)

Read More...

La Prefettura di Reggio contro le vacche sacre

REGGIO CALABRIA. Resta alto l'impegno della Prefettura di Reggio Calabria sulla problematica riguardante la presenza di animali vaganti, le

Read More...

Mobile Sliding Menu