Sanità, il dott. Lorenzo Surace tra i relatori al TB DAY Nazionale di Milano

In Sanità On

La celebrazione della giornata mondiale della Tubercolosi ha visto tra i relatori un’eccellenza calabrese, il dott. Lorenzo Surace.

Catanzaro – L’esperienza maturata in ambito regionale sulle problematiche relative alla malattia tubercolare è stata portata all’attenzione dei partecipanti al TB Day Nazionale, che si è tenuto nella suggestiva cornice di “Palazzo Marino” a Milano, per la celebrazione della giornata mondiale della Tbc in cui è stata affrontata la tematica della Tubercolosi nella popolazione immigrata. Infatti, una sessione dell’evento è stata dedicata alla rappresentazione di “Esperienze sul campo” da parte di relatori provenienti da varie regioni, ognuno col compito di rappresentare le esperienze della Regione di appartenenza.

A relazionare sulle iniziative portate avanti in Calabria è stato il Dott. Lorenzo Surace, Coordinatore del Centro di Riferimento Regionale per il controllo della malattia tubercolare, Responsabile del Centro di Medicina del Viaggiatore e delle Migrazioni dell’ASP di Catanzaro con sede a Lamezia Terme in via Sen. Arturo Perugini e Referente Regionale di STOP TB Italia.

Quanto rappresentato dal Dott. Surace, in merito alle politiche sia regionali che aziendali mirate alla prevenzione e al controllo della Tbc, ha riscosso il plauso degli organizzatori ed in particolare del Rappresentante dell’OMS, il Dott. De Colombani, che ha avuto parole di apprezzamento per quanto fatto nella nostra Regione, in relazione soprattutto all’istituzione del Centro di Riferimento Regionale per la Tbc nel 2007 con sede operativa presso il Presidio Ospedaliero di Lamezia Terme, all’istituzione del Centro di Riferimento di Medicina del Viaggiatore e delle Migrazioni, all’individuazione del Centro di Riferimento Regionale per la diagnostica avanzata dei Micobatteri presso la Microbiologia dell’ASP di Catanzaro e per ultimo alla stesura nel 2013 del Documento Tecnico per la Prevenzione e la Gestione della Tubercolosi.
Tali passaggi, per il rappresentante dell’OMS, hanno costituito una solida impalcatura propedeutica per la lotta alla prevenzione ed al controllo della malattia tubercolare che nella nostra Regione, ed in particolare presso l’ASP di Catanzaro, viene programmata e sostenuta grazie alle attività svolte dal Dispensario Funzionale Tbc, struttura operativa sorta per la prima volta in Calabria presso la ex Azienda Sanitaria di Lamezia Terme nel 2007 e successivamente riproposta presso le Aziende Sanitarie Provinciali della Regione.

Le conclusioni tratte alla fine dell’evento auspicano una sinergia di azioni ed un confronto periodico tra i vari Referenti regionali con la finalità di uniformare azioni e strategie per la prevenzione ed il controllo della malattia tubercolare in maniera omogenea su tutto il territorio nazionale.

Articoli Correlati

Allerta meteo, neve sulla Calabria centro-meridionale

Dalle prime ore di sabato 23 febbraio freddo in Calabria, con venti intensi e neve a quote molto basse

Read More...

Cardinale (Cz): minaccia e picchia il padre, arrestato 20enne

Per il giovane applicato anche il divieto di dimora (altro…)

Read More...
commissariato polizia lamezia terme

Lamezia, movida violenta: ennesima rissa con tre feriti e tre denunciati

LAMEZIA. Il commissariato di pubblica sicurezza, alla guida del dirigente Alessandro Tocco, sta ancora indagando sulla rissa avvenuta ieri

Read More...

Mobile Sliding Menu