LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Sirianni: la Calabria merita di essere governata in modo serio!

3 min read
Caterina Sirianni
Errore, nessun ID annuncio impostato! Controlla la tua sintassi!

Accordo raggiunto! Salvini si è speso molto affinché al f.f. Presidente Spirlì gli venisse garantito un posticino (vice presidente della giunta) qualora dovesse confermarsi vincitore il centrodestra alle prossime regionali Calabresi!

Comunicato Stampa

Spirlì ha reagito con un comunicato di poche righe, nelle quali ringrazia lo stesso che, afferma, «ancora una volta, mi ha voluto dimostrare stima e affetto, senza dimenticare di riconoscere la mia lealtà al partito, la mia fedeltà alla nostra amicizia e l’impegno nel lavoro che sto svolgendo, grazie a lui e a Jole Santelli, per la mia regione in questo annus horribilis».

Annus horribilis – il Presidente f.f. lo definisce tale – forse perché per sua dimenticanza e del commissario della Sanità dopo aver ricevuto direttive ben precise dal governo centrale, ad ottobre noi Calabresi risultavamo scoperti di ospedali COVID!

E ci siamo ritrovati a dover fronteggiare la seconda ondata nell’imbarazzo totale di rimpallo di responsabilità, a cui abbiamo dovuto assistere attoniti, finendo sulla tv nazionale, 24 ore su 24!

Vero è che la sanità Calabrese è commissariata ma è altrettanto vero che le responsabilità sono compartecipate. Il commissario è chiamato a sanare il deficit economico, mentre l’organizzazione strutturale spetta sempre in base alle indicazioni dello stesso commissario alla giunta regionale!

Annus horribilis, perché dopo mesi si è riuscito a tamponare l’emergenza, convertendo interi reparti negli stessi nosocomi principali, tipo l’ospedale Pugliese di Catanzaro, a reparti COVID!

Annus horrbilis, perché pervenute le fiale di vaccino da inoculare, i calabresi hanno potuto riscontrare come la piattaforma on line fosse completamente disorganizzata!

Soggetti fragili, costretti a prenotarsi in province diverse da quella di appartenenza per poi magari essere contattati la stessa mattina della vaccinazione per sentirsi dire: “rimandiamo a data da destinarsi” perché sprovvisti di fiale da inoculare!

Annus horribilis perché sono stati istituiti gli hub, ma sono stati depotenziati i tanti medici di famiglia che nel frattempo avevano dato la propria disponibilità a vaccinare nei loro ambulatori, attrezzandosi autonomamente, a loro spese!

Annus horribilis perché sono stati organizzati gli open Day, inoculando solo Astrazeneca ad ogni fascia d’età malgrado l’Aifa e l’Ema si fossero pronunciate, sconsigliando l’inoculazione di tale vaccino, ai soggetti al di sotto dei 60 anni!

Ci sarebbe molto da scrivere ancora, ma credo abbia toccato i punti essenziali per cui noi Calabresi, chiamati tra qualche mese alle urne, meritiamo lealtà, rispetto e dignità!

La “lealtà”, di cui parla lo stesso Spirli è solo mera convenienza opportunistica partitica, guadagnata agli occhi del suo leader, ma non meritata sul nostro territorio, vittima da troppo tempo di ritardi, disservizi e quant’altro!

La Calabria, regione difficile, merita di essere governata in modo serio, vista la situazione attuale! E poi voglio ricordare che presto arriveranno i fondi europei del recovery, da investire per la ripartenza economica e sociale del territorio Calabro!

Cerchiamo di essere per una volta oculati nella scelta dell’uomo da mandare al comando!

La politica sui territori la fa l’uomo. Di esempi ne abbiamo avuti abbastanza e se un governatore, avendo i mezzi economici, non riesce a garantire la tutela della salute dei propri corregionali, nel pieno corso di una pandemia di tale entità, beh, le conclusioni sono lampanti! Lascio a voi la riflessione finale…

Caterina Sirianni
Attivista politica

Click to Hide Advanced Floating Content