Sondaggio: calabresi rivogliono pentateuco in calabria

In Attualità On

La nota del portale di marketing Spot and Web che ha realizzato un sondaggio su un campione di 1.000 calabresi tra i 18 e i 65 anni su un possibile ritorno in calabria del pentateuco

Comunicato Stampa

I cittadini Calabresi rivogliono il Pentateuco in Calabria. La prima Bibbia in ebraico fu stampata a Reggio Calabria nel 1475 e attualmente si trova a Parma, conservata nella Biblioteca Palatina. Ma i Calabresi ora la rivendicano. Secondo un sondaggio del portale di adv e marketing Spot and Web (http://www.spotandweb.it/news/810353/sondaggio-calabresi-rivogliono-pentateuco-calabria.html), realizzato su un campione di 1.000 calabresi tra i 18 e i 65 anni, il 77% auspica un ritorno del prezioso volume nella sua terra d’origine. Il 56% lo giudica una straordinaria opportunità per il turismo mentre il 65% valuta estremamente positivo un rapporto forte fra Israele e la Regione Calabrese.

Tranne l’eccezione di amministratori e autorità locali che si stanno adoperando per un clamoroso ritorno, i cittadini bocciano in massa i parlamentari calabresi di stanza a Roma: oltre 40 eletti fra Senato e Camera che pure in questa occasione ‘hanno brillato per la loro assenza’. Ad essere criticati sono i rappresentanti di tutti i partiti, non esclusi quelli dell’opposizione, definiti anch’essi poco presenti sulle vicende calabresi dal 67% degli intervistati come anche nel caso specifico degli M5S (54%). Dati poco rassicuranti in vista delle imminenti elezioni politiche.

Ma che uso dovrebbero farne i calabresi del prezioso Pentateuco calabrese? Esporlo nei musei calabresi più importanti (71%); utilizzarlo per promuovere iniziative culturali e turistiche (64%); utilizzarlo per promuovere il dialogo interreligioso (53%); valorizzarlo per attrarre investimenti del mondo ebraico in Calabria (47%); usarlo come spunto da cui partire per riqualificare i tanti luoghi d’interesse ebraico presenti nella Regione (42%). Qualcuno azzarda anche “favorire una presentazione del libro in Israele per promuovere il turismo in Calabria” (28%).

Ultimo quesito dello studio è stato: “Vorreste un rapporto più consolidato con lo Stato di Israele?” Il 64% ha risposto “sì”, il 29% “non so” mentre il 7% si è espresso in modo sfavorevole.

Articoli Correlati

polopoli-LameziaTermeit

La Casa del Libro Antico: a Nicastro i libri che consultò Tommaso Campanella

Un paese senza memoria risulta spaesato, ragion per cui va sempre più incoraggiato sulla sua identità storica per averne

Read More...
lametino maurizio costanzo show

Un lametino tra il pubblico del Maurizio Costanzo Show

Angelo Greco, coordinatore provinciale di Lega giovani Calabria, sarà ospite questa sera tra il pubblico del Maurizio Costanzo Show

Read More...

Costa calabra sud occidentale: registrate due scosse di terremoto

Scosse di terremoto al largo di Palmi (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu