LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Stop Mes! Gazebo a Lamezia della Lega per la raccolta delle firme

2 min read
Stop Mes! Gazebo a Lamezia della Lega per la raccolta delle firme

Con questo slogan parte l’iniziativa della Lega cittadina su Corso Giovanni Nicotera per domani sabato 7 dalle ore 17 alle 19

Comunicato Stampa

Ai gazebo sarà possibile firmare per chiedere lo stop del Meccanismo Europeo di Stabilità. A partire da venerdì sera 6 dicembre si potrà firmare anche online all’indirizzo www.legaonline.it/stopmes.

Per la Lega il MES va bloccato, il fondo salva Stati svolge funzioni che potrebbero essere assolte in modo assai più efficace dalla Banca Centrale Europea. Beffa confezionata da Bruxelles ai danni del nostro Paese, chiamato a contribuire per un fondo che non potrà mai utilizzare (il Giornale).

Notiamo come l’Italia, terzo contribuente del Meccanismo Europeo di Stabilità dietro a Germania e Francia, abbia già versato al fondo salva Stati l’ingente somma di 14,3 miliardi di euro. Ma forse non tutti sono a conoscenza che il nostro Paese ha sottoscritto il versamento di altri 125,4 miliardi. Soldi dunque destinati ad andare a Bruxelles ma senza beneficio per l’Italia.

Altri sono gli Stati membri dell’eurozona che devono contribuire con ingenti quantità di denaro pubblico senza averne beneficio, perché gli stati come l’Italia che hanno un debito pubblico molto alto non potranno fare richiesta al MES se non prima di una ristrutturazione del debito.

Ma per dirla in maniera diretta, l’aspetto cruciale della riforma è che il semplice annuncio da parte dell’Italia di doversi trovare nella condizione di ristrutturare il proprio debito pubblico potrebbe scatenare la speculazione sui nostri titoli di stato, e dunque un aumento del tanto temuto spread.

Le tanto discusse “paginette” all’interno dei “pacchetti” sono una vera e propria bomba sul sistema del credito italiano come spiegato dal direttore de “Il Tempo” Franco Bechis.

Perché la richiesta di Olaf Scholz, vice Cancelliere e Ministro delle Finanze tedesco, è quella di valutare con profili di rischio gli investimenti degli istituti di credito nei titoli di Stato. Nel Mes si riprende un concetto che c’era già nella precedente formulazione, ma che in questo contesto assume un significato assai rilevante. Si tratta del concetto di PSI, ossia “Private Sector Involvement”. Nello specifico la partecipazione del settore privato in casi di svalutazione del debito sovrano.

Il MES, non risponde delle sue azioni al Parlamento Europeo.

L’articolo 35 del MES prevede l’immunità penale, civile e amministrativa per tutti i componenti dell’organismo. L’articolo 32, invece, concede la medesima immunità al patrimonio e ai beni.

Ci domandiamo il perché di queste immunità.

Antonio D’Alessi 

Resp. Accademia Federale Lega-Calabria