LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Te’, te’, te’, pigliatiìllu ‘stu cafhè, mò chi màmmata nun c’è!

2 min read
Te’, te’, te’, pigliatiìllu ‘stu cafhè, mò chi màmmata nun c’è!

Così solevano canticchiare, una volta, le madri del nostro bel pianoro, sollevando ed abbassando – ma tenendoli ben stretti tra le mani – i propri bambini: ovviamente i paletti negazionisti per la bevanda al caffè convivevano con queste trepidanti issate da lunapark

Tutt’al più per farli sentire più grandi l’alternativa poteva essere un babycino: un gran bicchierone di latte montato, moooolto montato! (caldo, ma non troppo!), ricoperto da uno spesso strato di cioccolato in polvere. La caffeina, si sa, può combinare disastri, ancor prima di essere consumata: lo abbiamo appreso da una canzone cult dello storico Zecchino d’Oro, anno 1971, che sottopongo alla deliziosa attenzione di tutti i nostri lettori:

Il caffè della Peppina
non si beve alla mattina
né col latte né col the
ma perché, perché, perché?

La Peppina fa il caffè
fa il caffè con la cioccolata
ma ci mette la marmellata
mezzo chilo di cipolle
quattro o cinque caramelle
sette ali di farfalle
e poi dice: “Che caffè!!!”

Il caffè della Peppina
non si beve alla mattina
né col latte né col the
ma perché, perché, perché?

La Peppina fa il caffè
fa il caffè col rosmarino
mette qualche formaggino
una zampa di tacchino
una piuma di pulcino
cinque sacchi di farina
e poi dice: “Che caffé!!!”

Il caffè della Peppina
non si beve alla mattina
né col latte né col the
ma perché, perché, perché?

La Peppina fa il caffè
fa il caffè con pepe e sale
l’aglio no perché fa male
l’acqua si ma col petrolio,
insalata senza olio
quando prova col tritolo
salta in aria col caffè.

Il caffè della Peppina
non si beve alla mattina
né col latte né col the
ma perché, perché, perché?

Forte, vero!? Ne sono ancora innamorato…

Prof. Francesco Polopoli