LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Toninelli arriva a Lamezia: “Votare Forza Italia alle regionali? Rabbrividisco”

2 min read

E’ naturalmente la sede del M5S di C.so Nicotera di Lamezia Terme ad accogliere l’ex ministro delle infrastrutture e dei trasporti, alla presenza dei giornalisti locali

Ad accoglierlo, il deputato del M5S D’Ippolito e il candidato al consiglio regionale della Calabria Dariush  Assadi.

L’attenzione è rivolta all’aeroporto internazionale di Lamezia, con le relative prospettive di sviluppo.

“La politica regionale – hanno spiegato in apertura – ha valorizzato fin ad ora il nord e il sud della Calabria, abbandonando la nostra città. Lo ha fatto la destra prima e la sinistra poi.”

“L’attenzione che il Movimento 5 Stelle sta portando alla Calabria – ha continuato poi il senatore Toninelli – dimostra il nostro impegno all’abbattimento della povertà. Io non sono qui a chiedere voti.

Ho letto i quotidiani locali: Berlusconi nelle vostre prime pagine dichiara di volere cambiare la Calabria.

Non posso che rabbrividire.

E Salvini, che non vi chiama più terroni oggi ma continua a pensarlo? Votiamo questa gente?”

Cedendo la parola anche al viceministro Cancellieri che lo accompagnava, hanno continuato: “Non ci illudiamo, guardiamo i numeri. Ma badate bene, mettere delle sentinelle lì dentro può aiutare a cambiare le cose. Avere cittadini che mettono al centro del proprio agire politico l’interesse di tutti, fa la differenza. Altrimenti le nostre vite rischiano di restare mediocri come le loro promesse elettorali.

Non avere un collegamento con la regione, anche se sei al governo nazionale, non ti permette di fare quello che vorresti. In più, sono proprio gli esponenti regionali a determinare la qualità della vita, gli standard qualitativi in un territorio. Come si dice? Se tu non ti occupi della politica, sarà lei ad occuparsi di te. E lo farà nel peggiore dei modi.

Andate a votare!”

Hanno chiarito poi in conclusione: “Sono stati stanziati dei fondi e fatti importanti lavori agli aeroporti di Reggio Calabria e Crotone. Non abbiamo certamente dimenticato Lamezia. Qui ci sono sessanta mila euro da spendere, ancora fermi. Provvediamo prima a far fruttare quelli.

Prima per il sud si investiva fino al 34%, ora almeno il 34%”. M.F.G.