LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



Trentesimo anniversario dell’incidente ferroviario del 1989

2 min read

Che fine ha fatto la lastra marmorea della stazione di Sambiase?

In un decennio due incidenti ferroviari hanno falcidiato tanti pendolari lametini e non solo: entrambi nel mese di novembre, dal 16 al 21, per l’esattezza!

Il primo, tra Curinga ed Eccellente, noto anche come sciagura ferroviaria di Lamezia Terme, si verificò nel 1980 lungo la Ferrovia Tirrenica Meridionale, fra le stazioni di Curinga (provincia di Catanzaro) ed Eccellente (provincia di Vibo Valentia).

Il bilancio della sciagura, allora, fu di proporzioni inaudite: 28 morti e 117 feriti.

Per inciso, nel 2015 è stato intitolato alla memoria delle vittime il piazzale vicino alla stazione di Lamezia Terme Centrale, in cui è esposta la locomotiva a vapore FS 740.287.

L’altro, quello di Crotone, secondo come evento tragico, avvenne il 16 novembre 1989, sulla ferrovia Jonica: di questo nessuna traccia di ricordo, che io sappia, benché esista una lastra marmorea nella Stazione di Sambiase, murata lì da decenni, ormai, salvo che qualcuno l’abbia staccata dalla parete della ex sala di aspetto, per conservarla da qualche parte.

Eppure in quel drammatico scontro persero la vita 12 persone tra viaggiatori e personale delle ferrovie: Carmelina Pistoia, Delia Sozzi, Antonella Serventi, Rosanna Perri, Rita Angela Geracitano, Loredana Gentile, Emma Gagliardi, Franca Cefalà, Mirella Cavalli, Antonio Sorrenti, Angelo Giuffrè, Salvatore Bruno.

Se nella piazza antistante la stazione di Crotone è stata collocata una targa a memoria, da noi, probabilmente, quell’epigrafe ha fatto la muffa. S

pero che in questo trentennale qualcuno si ricordi di tutto questo: 30 anni a novembre, un silenzio che grida!

Prof. Francesco Polopoli

[foto: ilcrotonese.it]

Click to Hide Advanced Floating Content