LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

UGL-TA: Sacal, dopo i proclami iniziali ha perso la rotta di volo?

3 min read
aeroporto lamezia terme

aeroporto lamezia terme

Invitiamo, ancora una volta, la SACAL, a cui sono stati richiesti svariati chiarimenti che, nonostante la diverse sollecitazioni passate e le situazioni esistenti, non vengono dati dall’ente gestore.

Comunicato Stampa

Cosa è successo?

Dopo i proclami iniziali la società ha perso la rotta di volo?

Adesso basta! Non ci piace essere presi in giro! Pensavamo di aver definito un percorso nella riunione fatta in Prefettura ora cerchiamo di dare realmente una svolta, intanto vogliamo risposte concrete sulla continuità operativa e lavorativa della SACAL GH, (costruita in modo improprio e irresponsabile dalla Gestione Colosimo & company) una società che dopo otto mesi di vita e’ già in perdita di 7-800,000 euro, come mai ?

Questa specie di “scatola cinese” è stata creata contro la volontà dei lavoratori, i circa 100 e più elementi transitati sono stati dislocati d’ufficio pur non essendo, gli stessi, d’accordo, come scusante il “verbale Colosimo” afferma accettazione per alzata di mano, facilmente smentibile in ogni particolare.

Pretendiamo d’urgenza di avere la garanzia della continuità lavorativa e professionale degli elementi transitati, viste le situazioni precarie e pericolose che emergono, giorno dopo giorno.

Non escludiamo, a priori, che si possa parlare della GH, ma in tempi diversi seguendo rigidamente le norme stabilite dall’UE. Invece di cercare fantomatiche e improbabili soluzioni per gli aeroporti, dettate dalla scarsa conoscenza del settore, è il caso di stabilire, con umiltà, una base di collaborazione seria che possa garantire non solo la continuità dei collegamenti ma anche l’occupazione, senza far volare solo parole, come succede ormai da circa un anno, discutendo gli argomenti da trattare uno per volta e l’analisi degli aeroporti separatamente (Crotone, Reggio, Lamezia), struttura per struttura, eliminando l’inutile ammucchiata, priva di contenuto e di realizzazione che viene più volte messa in essere.

Abbiamo il sospetto, che non si voglia trovare la soluzione sperando che altri “tolgano le cosiddette castagne dal fuoco”; troppo comodo dopo tante roboanti promesse inutili e improprie; i lavoratori del trasporto aereo calabro possono dare dei punti a tutto lo staff SACAL e ai suoi esponenti.

Ci vogliamo rendere conto che l’ENAC ha tirato fuori un bando di gara strano, senza avere presente la situazione patrimoniale della SACAL e l’esistenza del personale la cui valenza tecnico-professionale è un fatto acquisito?

Il signor Vito Riggio presidente dell’Ente di Stato per l’aviazione civile, ci spieghi perché ha permesso la creazione e pubblicazione di un bando di gara per i lotti aeroportuali, non avendo la consapevolezza delle distanze tra le tre zone e nessuna conoscenza della situazione patrimoniale della SACAL, società spinta ad acquisire l’appalto senza alcuna preventiva valutazione?

Inoltre chiariteci i dubbi, sono tanti, troppi, tra cui l’effetto bilancio, che nessuno ha ancora avuto modo di vedere, di cui si dice abbia con un grafico in discesa, che fa paura, del resto, le dichiarazioni societarie fatte dal presidente sull’esaurimento delle scorte economiche sono, pur troppo,una conferma preoccupante dello stato delle cose, con tutti i rischi che è facile immaginare.

UGL Trasporto Aereo Calabria –Segreteria Provinciale Lamezia

Giuseppe DiCello

Segretario Provinciale