LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

UIL-FPL: riscontrato ennesimo diniego da parte del Comune di Lamezia

2 min read

Le norme dell’ordinamento al Comune di Lamezia si applicano a suon di interlocutorie per evitare la conoscenza di ciò che realmente avviene negli e con gli atti amministrativi adottati

Comunicato Stampa

L’UIL-FPL Catanzaro ancora una volta ha dovuto riscontrare l’ennesimo diniego alla richiesta, legittima, di accesso alla documentazione relativa alla ormai annosa vicenda della maggiorazione della indennità di posizione del segretario Pupo.

Quest’ultimo, fra l’altro anche responsabile anticorruzione/trasparenza, quindi figura specificatamente competente in materia, appunto, di trasparenza, ha riscontrato la richiesta di accesso civico ritenendo necessario un  parere richiesto al  Responsabile della protezione dati, che risale ad agosto!

Eppure,  le norme vigenti sono finalizzate a rafforzare la trasparenza amministrativa, a favorire forme diffuse di controllo da parte dei cittadini, quindi (a maggior ragione di chi ha un interesse), hanno introdotto la nuova forma di accesso civico ai dati pubblici, definita Freedom of information act (Foia) o “Atto sulla libertà di informazione”, che riconosce il diritto dei cittadini ad accedere a informazioni detenute dalle pubbliche amministrazioni.

Sembra che una norma ad hoc, da qualche mese, non si applichi al Comune di Lamezia Terme, alla cui stazione il diritto non si è proprio fermato!

Il Segretario UIL-FPL Catanzaro, ricorda a se stesso che le norme a presidio del diritto di accesso generalizzato, non richiedono, per il suo esercizio alcuna qualificazione e motivazione e che i limiti applicabili consentono alle amministrazioni di impedire l’accesso solo nei casi in cui una norma di legge sottrae alcune informazioni e documenti.

Considerato che il dott. Pupo ha evidenziato come la richiesta  debba essere riproposta in modo tale da consentirne l’evasione, ci si vede costretti a denunciare, sia in qualità di rappresentante sindacale e da cittadino, come e in che termini l’Amministrazione comunale di Lamezia Terme e il Segretario Pupo intendono il diritto all’esercizio dell’accesso civico e documentale, visto che alla data odierna, confusamente, non risulta ancora pubblicato (o approvato) per il triennio 2020/2022 il piano anticorruzione e della trasparenza?

Le inerzie e le inadempienze fanno a botte con quella che dovrebbe rappresentare l’imparzialità e la trasparenza della autorevole figura del Responsabile anticorruzione; ma ormai al Comune di Lamezia Terme sono calate le tenebre sul Decreto del Sindaco Mascaro che ha maggiorato l’indennità di posizione del ligio Segretario Pupo, o meglio lo sperano.

Molti  anni fa, un filosofo liberale come Norberto Bobbio affermava che un potere invisibile è solo per questo autoritario, mentre un potere trasparente è già per questo democratico. Su questo illustre principio l’UIL-FPL Catanzaro interroga sommessamente la politica e i consiglieri comunali di Lamezia Terme.