LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

una pasquetta COLORata di note

2 min read

 

Come ormai abituati da qualche tempo, la Pasquetta di Lamezia Terme fa sempre più rima con Color Fest. Il bel festival calabrese di musica con il passare del tempo si sta espandendo: non solo le date ormai storiche nel cuore dell’estate, nei primi giorni di agosto, all’interno della storica e bellissima Abbazia Benedettina di Lamezia Terme, ma anche in tour, in giro per la città e non solo.

La Pasquetta si colora infatti della musica più giovane grazie all’appuntamento ormai tradizionale che il Color Fest mette in scena: quest’anno per la location è stata la volta del Ristorante la Giurranda, all’interno del quale l’associazione Che Cosa Sono Le Nuvole (che cura appunto la manifestazione musicale) ha organizzato l’immancabile pranzo dopo Pasqua accompagnato subito dopo dall’esibizione di diversi gruppi musicali.

Di scena, quest’anno: i Camera 237, Carcano, Al The Coordinator, Mannaro, Bruno and the Souldiers, Francesco Strangis, Tony Polo, ? (non è un dubbio di chi scrive, ma un gruppo che si chiama proprio così, ?, i Punto Interrogativo…), Chiara Giardino, Terenzio, Issterica- in più, il dj set di Fabio Nirta e di Django Unchained.

Più di 600 i ragazzi che si sono incontrati per passare il primo lunedì di sole della primavera all’insegna della musica: note che vengono e vanno anche lontano, perché come dicevamo sopra il Color ormai non si ferma solo alle sue date estive principali.

Per tutto l’inverno infatti è stata lunga la turnè che ha visto date colorate in giro per l’Italia: il 23 febbraio a Lumiere/Pisa, con Dutch Nazari, i Camillas e Ico e i Casi Umani; il 24 febbraio il Color è stato a Serraglio/Milano con Godblesscomputers (with band) e Julie’s Haircut; il 1 dicembre a Firenze e il 2 dicembre a Bologna con Scarda, Lorenzo Kruger, Giorgio Poi, Sick Tamburo, Nicolò Carnesi.

E ancora: sempre in inverno, sono iniziati i Secret Concert del Color Fest, ovvero concerti “segreti”, tenuti in location non rese note se non ai partecipanti. Che hanno visto esibirsi, finora, Niccolò Carnesi e i suoi suoni del Sud; Lorenzo Kruger e le sue poesie messe in musica.

Non resta quindi che attendere il prossimo appuntamento targato Color.

 

Valentina Arichetta