LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Il vescovo di Lamezia a colloquio con i componenti della commissione consiliare Sanita’

2 min read
Il vescovo di Lamezia a colloquio con i componenti della Commissione Consiliare Sanita'

Lo scorso giovedì 30 gennaio, nel pomeriggio, una delegazione della terza commissione consiliare, presieduta da Giancarlo Nicotera, è stata ricevuta da monsignor Giuseppe Schillaci nella diocesi di Lamezia Terme

A darne notizia la consigliera Antonietta D’Amico: “Il presidente Nicotera ha chiesto e ottenuto questo incontro per affrontare tematiche importantissime per tutta la cittadinanza, mi riferisco alla salute, all’assistenza alle persone bisognose e alla tutela dell’ambiente.”

Durante l’incontro Sua Eccellenza si è detto particolarmente attento in primis alle note sorti dell’ospedale di Lamezia, dichiarandosi parte attiva a favore di ogni iniziativa del comune per affrontare concretamente il problema.

“Avevo già avuto modo di incontrare il nostro Vescovo in pubblico” – ha aggiunto la D’Amico – ma essere ricevuta nell’intimità della sua casa, che ci ha aperto facendola sentire la nostra casa, mi ha dato tutto il senso della grandezza di quest’uomo, tanto umile quanto desideroso di contribuire al bene della comunità con azioni concrete”.

Tante le proposte a lui presentate, come la “banca del tempo” e le colonie estive aperte alle categorie più fragili come gli anziani e i disabili. C’è stata condivisione di vedute per quanto riguarda il rispetto dell’ambiente che, come ha sottolineato il vescovo, significa amore per la propria città, da infondere anche nei più piccoli.

Giancarlo Nicotera, in segno di gratitudine e a nome della Commissione Servizi sociali, Ambiente e Sanità ha fatto dono di una pergamena con queste parole: “Il nostro grazie di cuore, Monsignor Giuseppe Schillaci perché è, e sarà sempre, il primo difensore degli ultimi, dei bisogni senza voce e della collettività, consapevoli che saprà essere costantemente supporto, stimolo e linfa vera per chi opera per il bene comune”.

Presenti all’incontro anche Annalisa Spinelli, Lucia Cittadino, Enrico Costantino e Maria Grandinetti.

Antonietta D’Amico