Villa San Giovanni (RC). Confiscati beni per 7 milioni ad imprenditore

In Cronaca On
Villa San Giovanni (RC). Confiscati beni per 7 milioni ad imprenditore

Condannato per concorso esterno, collettore di risorse in Lombardia

REGGIO CALABRIA. Beni per 7 milioni di euro sono stati confiscati dalla Dia di Reggio Calabria a Roberto Morgante, di 60 anni, di Villa San Giovanni, imprenditore nel settore edilizio ed attualmente detenuto.

L’uomo era stato arrestato nell’operazione “Tibet”, coordinata dalla Dda di Milano e condotta dalla Squadra mobile milanese con l’apporto della Dia reggina che seguiva Morgante in un’altra indagine.

Per l’accusa, l’imprenditore era rappresentante e collettore di risorse economiche di cosche reggine coinvolte nelle attività gestite in Lombardia e, in particolare nel “Locale” di Desio (Monza e Brianza), dalla cosca allora capeggiata da Giuseppe Pensabene.

L’uomo è stato poi condannato, con sentenza passata in giudicato, a 6 anni e 10 mesi di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa.

La Cassazione aveva però annullato con rinvio la sentenza per la confisca dei beni.

Con il provvedimento di oggi, il Tribunale di Reggio Calabria, ha ritenuto l’imprenditore portatore di pericolosità sociale.

Articoli Correlati

polizia locale

Lamezia. Spariti oltre 130 capi di caprini, due denunce

Nell'ambito di specifici servizi di controllo di ordinanza sindacale emessa a tutela della pubblica salute ed al fine di

Read More...
Soverato (CZ). Sequestrati oltre 300 capi contraffatti

Soverato (CZ). Sequestrati oltre 300 capi contraffatti

Blitz della guardia di finanza al mercato settimanale. Denunciate 3 persone (altro…)

Read More...
rubinetto acqua

Lega Lamezia: pianificare forniture idriche alternative per il futuro

Quanto periodicamente vivono a proprio discapito interi quartieri della città per ultimi Caronte e S. Pietro Lametino non è

Read More...

Mobile Sliding Menu