Violenza razzista a Falerna, la polizia ha individuato tre degli aggressori

In Cronaca, Ultime notizie On
- Updated
commissariato polizia lamezia terme

LAMEZIA. “Le investigazioni, attivate nell’immediatezza dei fatti hanno finora permesso l’individuazione di tre dei soggetti che hanno preso parte all’azione delittuosa. Le indagini continuano per l’individuazione dell’intero gruppo”.

E’ uno stralcio della nota stampa inviata in serata dal commissariato della polizia di Stato di Lamezia sulle indagini in pieno svolgimento riguardanti l’aggressione razzista avvenuta a Falerna la sera del 15 agosto scorso. Vittime dell’inquietante vicenda un cittadino dominicano ( 29 anni), la sua compagna (36 anni) e la mamma di lei di 70 anni. Nella nota viene ribadito che “il commissariato lametino sta svolgendo indagini, coordinate dalla locale Procura della Repubblica”.

La coppia residente nel milanese era in Calabria per qualche giorno di vacanza; la giovane donna è originaria di Lamezia ed è incinta di 20 settimane del suo primo figlio.

I malcapitati dopo aver cenato in un ristorante di Falerna Marina sono usciti all’esterno del locale, dove 3 persone dapprima hanno rivolto all’uomo frasi dal contenuto razzista; poi, raggiunti da altre 4 persone, lo hanno aggredito, ed infine colpito con un oggetto contundente.

Il giovane dominicano ha riportato traumi diffusi al volto e agli arti, contusioni e abrasioni. La futura mamma ha subito un terribile choc.

Ad essere percossa anche la signora settantenne che ha subito un intervento chirurgico per la frattura dell’omero sinistro.

Clicca qui per visualizzare la denuncia e il referto.

Redazione

 

Articoli Correlati

ferraro lamezia

La Ferraro Lamezia batte Ekuba Palmi con un secco 3-0

Finalmente la squadra lametina mette in fila le avversarie ed incamera una preziosissima vittoria con merito per tutte ragazze

Read More...

Vescio (Fdi): Lamezia Terme torni a splendere di luce propria

Apprendiamo con gioia la notizia della sentenza del Tar che ridona a Lamezia Terme un consiglio comunale e una

Read More...

Mobile Sliding Menu