Violenza razzista a Falerna, parlano gli aggrediti Carlos e Daniela

In Cronaca, Ultime notizie On
- Updated

LAMEZIA. Stravolti, scioccati, ancora increduli per quello che hanno vissuto, per il rischio che hanno corso. Carlos e Daniela, due delle tre vittime dell’aggressione di Ferragosto a Falerna, hanno incontrato alcuni giornalisti nei corridoi dell’ospedale Giovanni Paolo II di Lamezia.

Nel reparto di ortopedia del nosocomio è ricoverata la signora Anna Maria, mamma di Daniela che, per l’aggresione del 15 agosto, ha riportato la frattura dell’omero ed ha subito un complesso intervento chirurgico. Carlos e Daniela vivono a Milano da diversi anni e sono in attesa del loro primo figlio; ladonna è infatti al quinto mese di gestazione. “Vivo in Italia da più di 12 anni ma non mi è mai successo di subire un attacco razzista – racconta Carlos – In Italia vive anche la mia famiglia che si è perfettamente integrata e che non ha mai subito discriminazioni. E’ davvero triste che tutto questo sia successo in Calabria che è la terra d’origine della mamma di mio figlio”.

Il giovane dominicano fa un’ultima considerazione accorata: “Sono, siamo vivi per miracolo!”. Daniela, nativa di Lamezia, non trova le parole per descrivere i sentimenti che prova: le lacrime le inondano gli occhi e le rigano il volto. “Adesso sono veramente sconvolta, purtroppo questa è una terra bellissima ma maledetta. In questo teritorio siamo arrivati ad un livello troppo basso, impensabile. Non lo avrei mai creduto”. Sulle condizioni della mamma, la donna ha affermato: “La rottura dell’omero è stata devastante, il suo braccio non sarà più quello di prima. I postumi post-operatori saranno lunghi. Siamo davvero nelle mani di Dio”.

Carlos e Daniela ringraziano la polizia di Stato che è intervenuta prontamente e che sta conducendo le indagini a ritmo serrato, tanto che dal commissariato di via Perugini è anche arrivata una nota stampa in cui è stata annunciata l’individuazione di tre degli aggressori. Le indagini proseguono senza sosta per identificare tutti i componenti del ‘commando’ che ha aggredito verbalmente e materialmente i tre malcapitati che hanno letteralmente rischiato la vita. Carlos ha riportato traumi e contusioni diffuse su tutto il corpo, Daniela sta provando a riprendersi da uno choc terribile e sta provando con tutte le sue forze a preservare da ogni eventuale pericolo il bambino che porta in grembo. 

 

 

Redazione

Articoli Correlati

polizia

Isola Capo Rizzuto (KR). Bruciava sterpaglie, denunciato

Ha detto che l'ha fatto per riscaldarsi (altro…)

Read More...
Gimigliano (CZ). Incendio bosco e macchia mediterranea

Gimigliano (CZ). Incendio bosco e macchia mediterranea a loc. Trearie (Video)

Nel pomeriggio di mercoledì 21 agosto un vasto incendio di bosco e macchia mediterranea alta ha interessato la zona

Read More...
Corigliano-Rossano. Liquami in mare, sequestrata condotta

Corigliano-Rossano. Liquami in mare, sequestrata condotta

Denunciate sei persone tra amministratori e responsabili del settore (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu