LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Violenza sessuale su minori. Insegnante di religione condannato in appello a 4 anni e 8 mesi

1 min read

Quattro anni e 8 mesi di reclusione. Questa la condanna rideterminata in Appello per l’insegnante di religione di una scuola dell’infanzia lametina. Il docente è accusato di violenza sessuale ai danni dei suoi piccoli alunni.

L’uomo, 65 anni originario di Lamezia, in primo grado era stato condannato a sei anni di carcere. In Appello i legali dell’insegnante Francesco Gambardella e Ramona Gualtieri avevano chiesto l’assoluzione per insussistenza del fatto. Il procuratore generale, invece, aveva chiesto la conferma della sentenza di primo grado ma con rideterminazione della pena. I genitori degli alunni tramite il loro legale, l’avvocato Gianpaolo Russo, avevano invece chiesto la conferma della condanna. I giudici della Corte d’Appello hanno invece rideterminato la pena “per la prevalenza delle attenuanti generiche sulle circostanze aggravanti” ma hanno anche riconosciuto il diritto delle parti civili ad ottenere il risarcimento del danno. A tal proposito l’avvocato Russo ha depositato il ricorso al tribunale di Catanzaro per i gravi fatti che hanno coinvolto i piccoli alunni, oggetto delle morbose attenzioni del loro insegnante di religione. L’indagine sull’inquietante vicenda è scattata grazie alla denuncia di una mamma di un’alunna della scuola che aveva raccolto le confidenze della sua bambina. In seguito sono arrivate anche altre testimonianze di altre mamme e, di conseguenza, nella scuola sono state piazzate le telecamere nascoste. I video esaminati dagli inquirenti hanno inchiodato l’insegnante che è stato arrestato nel maggio del 2019.