LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Webinar su corsa, salute, benessere con Riccardo Mares

2 min read

La corsa come stile di vita, come esercizio quotidiano da cui apprendere valori e pratiche che possono migliorare la qualità della vita di tutti: l’uso del tempo, la capacità di ascoltare il proprio corpo, aspirare a migliorare le performance ma anche capacità di riconoscere i propri limiti

Comunicato stampa

E’ il messaggio lanciato da Riccardo Mares, runner e autore del libro “Riflessi di corsa” presentato nell’ambito di un incontro online con il cardiologo ospedaliero Giuseppe Colangelo, il presidente regionale della Società Italiana per la promozione della Salute Giuseppe Furgiuele, il presidente dell’associazione sportiva lametina “Nicholas Green” Pietro Gatto.

Interviste a tecnici, professionisti e appassionati dell’atletica leggera, appunti, pensieri e riflessioni buttate nero su bianco, tra una corsa e l’altra sui colli Euganei, Mares, partendo dalla propria scelta personale di iniziare a correre il 1 gennaio 2013, parla della corsa come attività sportiva che, come qualsiasi disciplina, richiede capacità di analisi, preparazione, disponibilità a farsi guidare da un coach se necessario, sacrificio “non inteso in chiave negativa, come privazione, ma come investimento su se stessi per ottenere qualcosa di più”. Un libro che parla di una passione personale ma in grado di parlare a tutti, che suscita il desiderio di mettersi in gioco nella pratica sportiva come in ogni altra attività umana in cui è necessario alzarsi dal divano e gettare il cuore oltre l’ostacolo.

Ha sottolineato il ruolo centrale della prevenzione per le patologie cardiologiche Giuseppe Colangelo, che ha presentato l’app lanciata dall’associazione no profit “Cuore Campania”, ideata dal presidente del sodalizio Cornelio Scialdone e che vede il cardiologo lametino nel gruppo di promotori di un’innovazione tecnologica finalizzata ad attivare persone in grado di gestire un arresto cardiocircolatorio o un arresto cardiaco improvviso e utilizzare un defibrillatore nel raggio di 1 o 2 km. I potenziali rianimatori riceveranno un messaggio sul cellulare il quale li informerà che a poca distanza si trova una persona che ha bisogno di aiuto. Ha ripercorso le tappe storiche dell’atletica leggera a Lamezia, dagli esordi al rilancio della panoramica lametina negli ultimi anni, Pietro Gatto, che ha messo in evidenza la caratteristica del libro di Mares di parlare non solo a tecnici della corsa ma a tutti gli sportivi e a chiunque voglia approcciarsi alla filosofia del mondo runner. Ha rimarcato l’importanza degli stili di vita Giuseppe Furgiuele, richiamando quanto scritto da Mares nel libro rispetto al  modo di dire comune “corro per perdere peso”, ribadendo quanto sia importante in alcuni casi rimettersi in forma prima di sostenere importanti sforzi fisici come quello richiesto dalla corsa. E, in ogni caso, ha sottolineato Furgiuele, in vista dell’estate, conviene ricordarsi della necessità di perdere qualche chilo di troppo non a maggio ma programmare per tempo un cambio di stile di vita.