XIX Primavera dei Teatri 2018 – Primavera Kids

In Attualità, Calabria, Eventi&Cultura, Ultime notizie On
- Updated

All’interno del Festival Primavera dei Teatri ritorna in questa XIX^ edizione Primavera Kidsla primavera dei bambini, un cartellone dedicato ai più piccoli che arricchisce, con diverse iniziative, il Festival di Castrovillari sul teatro contemporaneo.

Prima di tutto, cinque le compagnie calabresi che hanno coinvolto i bambini tra spettacoli e laboratori: Art Patachipi con Le Magarìe di Giustina, Attorincorso con I musicanti di Brema, SpazioTeatro con Amore Love Psiche, e la nuova produzione dei padroni di casa (la compagnia Scena Verticale), che nel cartellone rappresenta la novità assoluta, ovvero Il diario di Adamo ed Eva, liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Mark Twain.

Primavera Kids

Una produzione che prendendo spunto dal giardino dell’Eden attraversa il rapporto e gli stereotipi delle differenze di genere: quindi un argomento difficile nell’educazione dei bambini alla parità e alla valorizzazione di genere, per educare e allo stesso tempo rispettare e valorizzare le differenze. Comunicando ai bambini il concetto che maschi e femmine sono sì diversi fisicamente, e che si comportano diversamente nel relazionarsi e nel comunicare; ma che questo non vuol dire che uno sia superiore all’altro, perché nella loro diversità hanno stessi diritti e opportunità.  Nelle dodici pagine del raccontoMark Twain traccia le caratteristiche differenti dell’uomo e della donna, con le sensibilità e i modi di essere opposti, le incomprensioni tra mondo maschile e femminile- evidenti e chiare analogie con le coppie di oggi.

Solo che Mark Twain l’ha scritto un secolo e mezzo fa, nel 1883.

Il diario di Adamo ed Eva è stato paragonato al sofisticato Io e Annie di Woody Allen: per la sua sferzante ironia (tipica dei due autori di riferimento), ma anche e soprattutto per come riescano a non prendersi mai sul serio parlando però di argomenti seri, mettendo a confronto uomini e donne in un gioco a due irriverente e spassoso, ma che tra le righe riesce sempre a comunicare valori importanti.

Inoltre, come corollario necessario e fondamentale per un panorama culturale completo, al Teatro Della Maruca è stato affidato un laboratorio per bambini e ragazzi, “un modo nuovo per avvicinarsi al teatro da un punto di vista nuovo e mai visto”: i piccoli allievi sono stati infatti seguiti in un percorso didattico che li ha visti costruire, con materiali di riciclo, grandi pupazzi ispirati alla fiaba di Pinocchio, pupazzi manovrabili anche da più persone contemporaneamente che sono stati al centro, come conclusione del laboratorio, di un’esibizione guidata dai ragazzi stessi.

Il Teatro Della Maruca d’altronde si è da sempre distinto per una vocazione incentrata su un teatro rivolto a grandi e piccoli, con spettacoli sia di burattini che propriamente di parola, promuovendo una ricerca filologica, antropologica, storica e sociale sulle tradizioni popolari; e va ricordato che nel 2016 ha organizzato la prima edizione del festival di creatività e di teatro di figura della città di Crotone, Il Calabria Puppet Festival.

Dopo quindi sette giorni intensi e pieni di anteprime e prime nazionali, laboratori, incontri e tantissima qualità, la diciannovesima edizione di Primavera dei Teatri ha chiuso dando appuntamento al prossimo anno, che celebrerà i suoi primi vent’anni.

I video delle giornate

A breve, su lameziaterme.it, il nuovo appuntamento di LT.FLASH con l’intervista al Direttore Artistico Dario De Luca.

Valentina Arichetta

Articoli Correlati

Lamezia, i cattolici e la politica: il bene comune parte dalla carità

LAMEZIA. I cattolici e la politica. Un rinnovato impegno per il bene comune, fondato sui principi basilari della Dottrina

Read More...
La Royal nella trasferta romana

Trasferta a Bisceglie per una Royal Team in cerca di punti

Continua il campionato in trasferta, da calendario e non, per la Royal Team Lamezia che per l’11/a giornata del

Read More...
Gallo: evitare che gli investimenti pubblici finiscano in mano alle cosche

Gallo, Welfare: due Conferenze permanenti, tanta confusione

Stesso ambito, organismi doppi, tanta confusione (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu