Attualità Salute&Benessere

ASP: presentato piano di attività del Centro Screening Oncologici

L’ASP di Catanzaro ha presentato il piano di attività e invitato la cittadinanza a usufruire degli strumenti di prevenzione gratuiti offerti dal Centro Screening Oncologici.

È stato presentato, nel corso di una conferenza stampa tenutasi a Lamezia Terme, il piano di attività 2017 programmato dal Centro Screening Oncologici del Dipartimento di Prevenzione dell’ASP di Catanzaro, per la prevenzione di alcune forme tumorali.
L’evento si è tenuto alla vigilia della giornata mondiale contro il cancro, che si è celebrata il 4 febbraio, sul tema “Combattere il cancro con la prevenzione” e con lo slogan We can. I can (Noi possiamo. Io posso), per indicare l’opportunità che tutti hanno di prendere parte alla battaglia contro il cancro.

Per il Direttore Generale dell’ASP di Catanzaro, dott. Giuseppe Perri, “la prevenzione è fondamentale per ridurre l’incidenza e la mortalità di tumori. Gli screening oncologici sono, pertanto, nella strategia di lotta ai tumori, una preziosa opportunità di diagnosi precoce.”

Alla conferenza stampa, coordinata dall’addetto stampa dell’ASP, dott. Pasquale Natrella, ha preso parte anche il Sindaco della città, avvocato Paolo Mascaro, che ha rivolto alla cittadinanza l’invito a non sottovalutare l’importanza di effettuare gli esami gratuiti offerti dal Centro Screening Oncologici”.
È intervenuto poi il dott. Ettore Greco, Direttore dell’unità operativa complessa Oncologia: “Nonostante tutte le difficoltà – ha affermato – il Centro Screening di Lamezia ha messo la nostra Azienda in una posizione privilegiata rispetto ad altre realtà regionali: abbiamo costruito un percorso condiviso tra le diverse professionalità chiamate ad operare in caso di riscontro di malattie tumorali. Sapere che tanti nostri pazienti vanno a curarsi fuori perché qui da noi non hanno risposte e subiscono anche i tagli dovuti al piano di rientro, è veramente triste. L’obiettivo primario è proprio quello di ridurre le morti e le migrazioni sanitarie”.

Ha preso poi la parola la dott.ssa Annalisa Spinelli referente organizzativa del Centro Screening, che ha sottolineato l’importanza di “sensibilizzare la popolazione circa l’importanza di aderire ai programmi di screening, che non solo permettono di salvare numerose vite umane, ma aumentano la sopravvivenza e la qualità della vita”. “Il cancro del collo dell’utero, della mammella e del colon retto – ha spiegato la dott.ssa Spinelli – sono infatti tre dei principali tumori che colpiscono la popolazione italiana. La loro storia naturale può essere modificata dagli screening oncologici che possono salvare la vita. La diagnosi precoce, con l’identificazione anche di lesioni pre-tumorali, può consentire di effettuare interventi poco invasivi e non distruttivi. La battaglia contro i tumori – conclude la referente organizzativa del Centro Screening – si vince, quindi, giocando d’anticipo e con un gioco di squadra, con la collaborazione di tutte le forze sociali che operano nell’interesse della salute pubblica, ed il motto della nuova campagna di Promozione degli Screening Oncologici è proprio Scegli la Prevenzione, Scegli la Vita”. Nel corso dell’incontro, inoltre, la dott.ssa Spinelli ha illustrato i dettagli delle iniziative “in cui sono coinvolte più associazioni oltre all’Azienda Sanitaria, impegnate nel tour “La prevenzione in movimento” che interesserà vari centri della provincia, con date già definite, a Sersale il 10 febbraio, a Sellia Marina il 24 febbraio, a Lamezia Terme il 7 marzo”.

La dott.ssa Emilia Caligiuri ha infine presentato il nuovo materiale informativo: le brochure per i tre screening, le pagine web del sito aziendale e la pagina facebook “Centro Screening Oncologici Azienda Sanitaria Provinciale Catanzaro”. “Tutto il materiale” ha precisato “è stato preparato mettendosi dalla parte della popolazione, usando un linguaggio semplice ma allo stesso tempo esaustivo e con l’obiettivo di informare, sfruttando anche l’immediatezza dei social e del web, con l’augurio che tutto possa servire ad aumentare l’adesione ai tre screening oncologici che al momento, nella nostra provincia, è ancora troppo bassa”. In sala erano presenti inoltre le opere dell’artista Simona Ponzù Donato, realizzate sul tema Donne senza cicatrice.

Pubblicità

Pubblicità