Sport

Colpo grosso del Sambiase. Battuta la capolista Isola per 2-1

Colpaccio del Sambiase nella sfida del “Gianni Renda” contro l’Isola Capo Rizzuto valida per il XXIV turno del torneo di Eccellenza calabrese. La squadra di Giuseppe Saladino batte la capolista del campionato per 2-1 conquistando la nona, prestigiosissima, vittoria della stagione. Cefalà decide la sfida nel secondo tempo dopo che la prima frazione si era chiusa in parità in virtù delle reti di Curcio e Corsale.

Saladino sopperisce alle assenze per squalifica del centrale di difesa De Martino e del centrocampista Diop (match winner nel successo esterno di domenica scorsa in quel di Acri) con il rientro di Porpora e l’innesto di Torchia. Assente anche il bomber Paolo Gallo dopo l’infortunio di Acri.
Il risultato al “Gianni Renda” si sblocca dopo sette minuti: Vincenzo Curcio, con il suo educatissimo sinistro, calcia una punizione perfetta che aggira la barriera ospite e batte Puterio, interrompendo l’imbattibilità dell’estremo difensore isolitano che durava dal 15 gennaio quando subì gol nel big match contro la Cittanovese.
La capolista non si scompone e dopo sessanta secondi trova il gol che riporta in equilibrio la contesa: cross perfetto di Zangaro per Raffaele Corsale che non deve far altro che appoggiare di testa per l’1-1 e per il suo settimo sigillo stagionale.
Assalto dell’Isola Capo Rizzuto trascorso il primo quarto d’ora. Al 16esimo Di Micco solo davanti ad Antonio Galeano non riesce a superare il numero 1 sambiasino. Al ventunesimo ancora Galeano è provvidenziale sull’autore del gol Corsale; sulla ribattuta è Bria a salvare il risultato sulla conclusione a botta sicura ancora di Di Micco. Al 36’ è Giovanni Foderaro ad avere una buona occasione per portare avanti i suoi, ma è sempre Galeano a opporsi alla grande. Il Sambiase regge l’urto della capolista e chiude in piedi il primo tempo.

Al 5′ della seconda frazione Galeano trionfa nuovamente a tu per tu con Foderaro. L’Isola attacca senza soluzione di continuità, ma è il Sambiase a trovare il gol. Al sessantunesimo Saturno effettua un bel cross su cui si avventa il colpevolmente solo Cefalà che insacca di testa per la rete dell’insperato vantaggio.
Questa volta la capolista accusa il colpo non riuscendo a creare trame interessante per svariati minuti. Salerno prova a smuovere i suoi con i cambi e al 39’ arriva l’occasione buona per il pareggio. Su una pericolosa avanzata dell’undici ospite è ancora una volta Galeano a salvare il risultato chiudendo lo specchio a un incredulo Foderaro.
Dopo cinque minuti di recupero l’arbitro fischia la conclusione della gara. Il Sambiase conquista una vittoria pregna di prestigio, confermando il “Gianni Renda” come vero fortino e inanellando il nono successo del campionato. Caduta indolore per l’Isola, al solo secondo k.o. della stagione dopo quello contro il Gallico Catona: la diretta inseguitrice Cittanovese perde ad Acri e lascia invariata la distanza di un punto tra le due compagini in lotta per la promozione in D.

Sambiase-Isola Capo Rizzuto 2-1
Marcatori: 7’pt Curcio, 8’pt Corsale (I), 16’st Cefalà

SAMBIASE (4-4-1-1): Galeano; Gatto, Bria, Porpora, Cefalà; Michienzi, Torchia (dal 6’st Calidonna), Mannarino, Fabio (dal 36’st Grande); Curcio (dal 32’st Mahfoud); Saturno. A disp.: Nicoletta; Talarico, Fodaro, Mano. All.: G. Saladino
ISOLA CAPO RIZZUTO (4-3-3): Puterio; Germinio, Scuteri (dal 25’st Trentinella), Tricarico (dal 33’st Cordiano), Itri; Ginobili, M. Foderaro, Di Micco (dal 17’st Pico Mendoza); Corsale, G. Foderaro, Zangaro. A disp.: Lamberti; Artese, Vallone, Okoroji. All.: R. Salerno

Arbitro: Pierpaolo Salvati di Sulmona (AQ)
Guardalinee: Francesco Catona e Cesare Padovano di Reggio Calabria
Recuperi: 1′ e 5’
Ammoniti: Corsale, Itri, Trentinella, M. Foderaro (I), Curcio, Bria, Mannarino, Galeano, Gatto (S)

Antonio Pagliuso

Pubblicità

Pubblicità