Politica

Lamezia: bilancio di previsione 2017 sarà approvato entro fine Marzo

La giunta Mascaro dunque continuerà a deliberare gli atti che dovranno poi essere votati in consiglio comunale.
Saranno confermate le tariffe dei servizi a domanda individuale: alberghi (esclusi dormitori pubblici), case di riposo e di ricovero; asilo nido; colonie e soggiorni stagionali, stabilimenti termali; impianti sportivi; mense scolastiche; mercati e fiere attrezzate; teatri; musei, gallerie, mostre; uso di locali non istituzionali; il servizio pasti a domicilio; il servizio aiuto alle persona in forma diretta; il servizio assistenza domiciliare Sad.
bilancio di previsione 2017Così come per l’esercizio 2016, il 36% dei costi sarà a carico degli utenti considerato che l’ente è in procedura di riequilibrio.
La giunta Mascaro, a fine dicembre, aveva  proposto di mantenere anche per il 2017 le aliquote di tributi e tariffe invariate rispetto allo scorso anno sottolineando di essere «quasi ai massimi di legge, essendo le stesse ritenute congrue e soddisfacenti le esigenze di bilancio, soprattutto in quanto affiancate ad una massiccia ed importante attività di riscossione dei residui attivi in avanzato stato di esecuzione».
Al consiglio si chiederà di rivedere la TA.R.I. e la Tariffa Idrica, rimarranno  invariate nel 2017 le aliquote di Imu, Tasi, Cosap, imposta sulla pubblicità, addizionale Irpef.
Circa  30.000 euro all’anno saranno le entrate derivanti dalle tariffe che sono a carico dell’utenza per l’istruttoria delle pratiche che vengono presentate allo sportello unico attività produttive.
Tale cifra varrà come rimborso delle spese di istruttoria e funzionamento dello stesso Suap, secondo gli importi determinati per tipologia di attività: si parte da un minimo di 50 euro per rilascio autorizzazione e/o deposito Scia, e 25 per rinnovo, subentro, modifiche per la maggior parte delle attività più comuni (ristorazione, intrattenimento, commerciali, etc), che per le medie strutture di vendita o distributori di carburanti, o noleggio con conducente auto/autobus/ambulanze diventano 500/250 euro, e per parchi commerciali, centri commerciali, grandi strutture di vendita arrivano a 2.000/1.000 euro.
Viene approvato il piano di razionalizzazione per il triennio 2017-2019 (che dovrebbe riguardare le dotazioni strumentali, anche informatiche e di telefonia mobile; autovetture; beni immobili ad uso abitativo e di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali), così come anche i limiti di spesa relativi agli stanziamenti dei bilanci di previsione degli anni 2017
Nessuno stanziamento per studi e consulenze, sponsorizzazioni, acquisto o noleggio autovetture;
890 euro per spese di rappresentanza:
3.500 euro per missioni del personale;
4.000 euro per formazione del personale;
10.500 euro per formazione del personale su anticorruzione e trasparenza;
12.358 euro per le spese di esercizio delle autovetture.
Per il 2017 il bilancio avrà così 182.002.868,73 euro di competenza e 269.311.786,94 di cassa sia nelle entrate che nelle uscite, prevedendo 196.084.227,21 euro nel 2018 e 161.456.732,71 nel 2019.

Pubblicità

Pubblicità