Cronaca

Cetraro: Tenta il suicidio gettandosi in mare, Polizia salva ventenne

Solamente il tempestivo intervento degli agenti della Polizia di Stato, allertati da una telefonata, ha scongiurato il peggio.

L’episodio, risalente alla tarda serata di ieri, vede come protagonista un giovane ventenne di nazionalità lettone, residente fuori regione ma domiciliato a Cetraro, che aveva tentato il suicidio gettandosi in mare.

In particolare, in seguito alla segnalazione circa la presenza sulla spiaggia di Cetraro di una persona in mare che manifestava intenzioni suicide, il personale della Polizia di Stato del Commissariato di Paola è prontamente intervenuto sul posto.
L’attento controllo del tratto di spiaggia segnalato ha consentito di individuare in mare, immerso fino alle spalle, un giovane che, alla vista degli agenti, ha reso ancor più evidenti le sue intenzioni immergendosi sempre più in acqua ed inveendo contro gli agenti.
Dopo vani tentativi di farlo desistere dal compiere l’insano gesto suicida, senza alcuna esitazione i poliziotti si sono calati con slancio in mare e, coadiuvati dal personale della Capitaneria di Porto di Cetraro, sono riusciti, seppur con difficoltà, ad afferrare il giovane e a trarlo in salvo sulla battigia, nonostante i suoi tentativi di divincolarsi.

Sul posto anche gli uomini del 118 che, al termine dell’intervento della Polizia di Stato, hanno accompagnato il ragazzo presso il locale Ospedale.

Pubblicità

Pubblicità