LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Aldo Novelli, presidente Avis Platania, riceve la benemerenza Fiods

2 min read

Nella sede provinciale dell’Avis Catanzaro si è riunito il Consiglio direttivo per procedere alle consuete attività tra cui la consegna delle benemerenze Fiods. Tra i premiati anche Aldo Novelli, presidente Avis Platania.

Ora se l’Avis è ben conosciuta per la sua diffusione capillare sul territorio, abbastanza sconosciuta rimane la Fiods (Federazione internazionale delle organizzazioni di donatori di sangue) istituita nel 1955 in Lussemburgo, con sede centrale nel Principato di Monaco, che riunisce più di 70 paesi di tutto il mondo, Italia compresa. La Federazione si propone come obiettivo principale l’autosufficienza negli stati membri delle riserve di sangue da donatori volontari e gratuiti e la promozione di norme di sicurezza e controllo del donatore e del ricevente. Su segnalazione dell’Avis provinciale Catanzaro, regionale Calabria e nazionale, il Consiglio della Fiods ha conferito il diploma e la croce di merito internazionale di sangue ad Aldo Novelli, attualmente presidente della sede Avis di Platania, e a mons. Adamo Castagnaro, parroco di Conflenti.

Nel corso di una sobria ma significativa cerimonia a cui hanno partecipato il presidente regionale Rocco Chiriano, il presidente provinciale Francesco Parrottino e i presidenti delle 43 sedi della provincia di Catanzaro, sono state consegnate le benemerenze e si sono ribaditi i principi fondamentali dell’associazione, esprimendo anche vivo compiacimento per aver ottenuto un tale prestigioso premio. Le benemerenze, per quanto squisitamente onorarie, riempiono comunque di giusta soddisfazione ed orgoglio per l’apprezzamento dei risultati conseguiti. Soprattutto per la sede di Platania che seppur periferica negli ultimi anni ha aumentato in modo straordinario il numero di donatori e di sacche raccolte, dotandosi inoltre di una struttura operativa senza confronti nel circondario. Grazie alla caparbietà e al contante impegno del presidente e dei suoi pochi collaboratori, senza clamori e con tanti sacrifici, si sono raggiunti traguardi impensabili e si continua ad operare per fornire un sempre più accurato servizio di altissima qualità sul territorio, offrendo un esempio positivo e propositivo per tutti.