LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



AppTraverso, continua il progetto regionale contro la povertà educativa

2 min read

AppTraverso continua a Cosenza, tra laboratori e sportelli telematici, l’iter progettuale a sostegno dell’infanzia disagiata. 

Il progetto AppTraverso la Calabria, progetto regionale di contrasto alla povertà educativa, finanziato dall’Impresa Sociale “Con i bambini” e gestito in Calabria da 34 partner guidati dalla comunità “Progetto Sud”, affidato nel territorio di Cosenza a Hoplà Cooperativa Sociale Onlus, Arci Cosenza e Arci Mediaterronia SocialTv, entra nella fase 3, fase conclusiva dopo circa tre anni di attività, rivolta agli studenti di alcune classi del Polo Tecnico Scientifico Brutium.

Il progetto, la cui mission è quella di favorire la progettualità ed il processo di consapevolezza verso il tipo di conoscenze da acquisire e condividere per contribuire alla creazione di una comunità educante che operi anche attraverso un’applicazione tecnologica, è partito da un’intensa attività d’aula per approdare ad una necessaria rimodulazione online.

Le fasi che si stanno attivando in questi giorni, sono quattro laboratori, naturalmente in DaD, rivolti agli studenti, ai docenti ed ai genitori, aventi come oggetto l’acquisizione di competenze quali il social media managing, la video-grafica ed il video making, il public speaking, ed un percorso trasversale di bilancio delle competenze che consentirà l’emersione di abilità e conoscenze da mettere a frutto nell’ambito di questa comunità virtuale, anche in maniera reciproca tra i suoi componenti.

La scelta dei contenuti di tali laboratori è stata suggerita anche dal lavoro pregresso con i ragazzi e le ragazze, nonchè dalla mission stessa del progetto, che vede la sintesi tra il “racconto” di sè e del proprio contesto, e modalità fisiche e digitali, assolutamente necessarie al giorno d’oggi. Pertanto, all’interno dei laboratori si apprenderà a creare contenuti scritti e per immagini finalizzati alla creazione ed alla gestione di comunicazione digitale, ma non si trascurerà la ricerca e la preparazione di un proprio stile comunicativo parlato e gestuale.

Parallelamente ai laboratori, verranno attivati due sportelli telematici, che avranno una durata complessiva di 130 ore, e saranno rivolti all’intera comunità scolastica dell’Istituto, genitori e docenti compresi.

Gli sportelli saranno di supporto psicologico, gestito dalla dottoressa Simona Coscarella, ed avrà lo scopo di supportare chi ne farà richiesta attraverso un link dedicato, nella gestione del difficile momento legato all’emergenza Covid19, ma anche in problematiche personali che possono essere di ostacolo ad un sereno svolgimento della vita scolastica e privata.

Altro sportello sarà dedicato all’ascolto ed al supporto digitale, in maniera mirata rispetto alle problematiche legate alla gestione dell’apprendimento in DaD, ed alla preparazione verso la fase conclusiva dell’anno scolastico e, per gli studenti che hanno seguito il percorso di AppTraverso dall’inizio, verso la conclusione del ciclo scolastico, e quindi verso il diploma.

Saranno infatti gli stessi studenti a rappresentare alcuni elementi basilari della comunità educante costituitasi nel progetto.

Ma le novità non finiscono qui, presto verrà lanciato un nuovo importante step della fase 3 del progetto!