Calabria Fest, la kermesse lametina dal carattere nazionale

In Eventi&Cultura, Ultime notizie On
- Updated

La Rai è il main partner del Calabria Fest, Ruggero Pegna e Maurizio Foderaro fanno il punto sulla manifestazione

LAMEZIA. Un festival dal carattere nazionale ma con un forte legame con la Calabria e con Lamezia nello specifico. Questa la sintesi di quanto illustrato stamane nel corso della rassegna stampa di presentazione del Calabria Fest, l’evento musicale organizzato dall’associazione culturale Art-Music&Co. A fare il punto sulla kermesse, che inizierà questa sera per concludersi poi nella serata di sabato, è intervenuto Ruggero Pegna, direttore artistico del festival.

Pegna ha spiegato che il Calabria Fest sarà a tutti gli effetti un prodotto Rai, nel senso che la più grande azienda culturale italiana ha sposato il progetto divenendone media partner, favorendone pertanto la diffusione sui canali tradizionali, sui social e in streaming su Rai play e Rai play radio. “Ci sono giunte centinaia di proposte sulle quali la giuria di qualità, presieduta da Maurizio Foderaro di Radio Rai, è stata effettuata un’importante scrematura che ha lasciato in gara solo 20 brani. Questi sono stati sottoposti al giudizio del pubblico”. Pegna ha sottolineato la trasparenza del voto e la visibilità che è stata garantita a tutti i partecipanti (anche i brani non selezionati infatti sono tuttora in rete). Altro aspetto rilevante di questa competizione musicale è che i partecipanti, essendo giovani all’esordio quindi con mezzi relativamente esigui, sono stati sostenuti economicamente sia per le spese di viaggio che per quelle di permanenza. Sia Pegna che Foderaro hanno sottolineato come un trattamento simile raramente sia riscontrabile in kermesse di entità pari, spesso è assente anche ai grandi appuntamenti musicali.

Alle puntuali spiegazioni del direttore artistico del Calabria Fest hanno fatto eco quelle di Maurizio Foderaro, voce storica di Radio Rai e “genitore” di Rai Radio Tutta Italiana, partner della kermesse. “Leggo solo aggettivi positivi e superlativi per questo festival che ancora deve iniziare, spero che rimarranno tali anche dopo! Per ora posso dirvi che, nonostante le difficoltà logistiche di portare un progetto del genere a Lamezia, che non è centrale rispetto a città come Roma o Bologna, la risposta preliminare è stata soddisfacente. Abbiamo intercettato gli aspetti positivi della rete, del mondo social, vi abbiamo aggiunto grandi nomi della musica e abbiamo portato tutto a Lamezia. La gratuità della partecipazione di questi giovani artisti è nata dalla necessità che avevamo di mettere al centro la loro dignità. Anche l’aspetto scenografico è inteso in questo senso: abbiamo un palco da grandi eventi perché è ciò che meritano questi giovani talenti”. Tra di essi vi sono anche i lametini Enrico Cuomo e Chiara Vescio. Le serate saranno chiuse da big del livello di Dolcenera, Clementino, Enrico Nigiotti e Chiara Galiazzo.

A fare il punto sui premi del Calabria Fest è intervenuta Giusy Leone, presidente Art-Music&Co. Saranno dunque assegnati  il Calabria Music Award, anche il Premio Siae per i testi e il Premio Assomusica per la presenza live. A questi, ha spiegato poi Pegna, si aggiungono il Premio Paradiso Group, che è unico sponsor ufficiale, e un premio “social”. La giuria sarà presieduta dal critico musicale Dario Salvatori.

Grande soddisfazione e vicinanza sono state espresse da Salvatore Bullotta, responsabile amministrativo dell’Assessorato regionale alla cultura, e dall’assessore regionale alla Cultura, Maria Francesca Corigliano.

 

Daniela Lucia

Articoli Correlati

Lamezia, il Palasparti rimane chiuso: il Comune rigetta le richieste del comitato Si allo sport

Lamezia. Nuovo CDU: dopo il Carlei, attiviamoci per riaprire il palazzetto

Se vogliamo parlare di efficienza, velocità, professionalità, capacità politiche e tecniche, dobbiamo sicuramente menzionare la cooperativa “Malgrado Tutto” e

Read More...
XVIII Peperoncino Jazz Festival: John Patitucci di scena a Cetraro

XVIII Peperoncino Jazz Festival: John Patitucci di scena a Cetraro

Partito ufficialmente da quella che da alcuni anni a questa parte è l’indiscussa fabbrica culturale calabrese (l’Unical, che nei

Read More...
Gianturco: Multiservizi chiarisca motivi del nuovo bando

Gianturco: Lavoro in calo, l’aumento dell’occupazione è solo un bluff dei 5 stelle

Nei primi sei mesi del 2019 la cassa integrazione è cresciuta del 16% rispetto allo stesso periodo del 2018

Read More...

Mobile Sliding Menu