Cinquantenario Lamezia Terme, le origini del nome della città

In Attualità, Ultime notizie On
- Updated
Cinquanta anni Lamezia

Cinquanta anni fa con la legge n.6 del 4 gennaio 1968 nasceva la città di Lamezia Terme. Scopriamo le origini del nome in occasione del cinquantenario.

Cinquantenario Lamezia Terme, la legge n.6 del 04/01/1968

I comuni di Nicastro, Sambiase e Sant’Eufemia Lamezia in provincia di Catanzaro sono riuniti in un unico Comune con la denominazione di Lamezia Terme“.
Questo decretò, dopo le sedute del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati (avvenute il 18 ottobre e il 20 dicembre 1967), l’articolo n.1 della legge n.6 che il 4 gennaio 1968 fece divenire realtà Lamezia Terme.
La città della piana che in questi giorni festeggia il cinquantenario – il titolo di città sarebbe giunto qualche anno dopo, nel 1972, per decreto dell’allora presidente della Repubblica Giovanni Leone – ha il suo bacillo nella proposta di legge presentata dall’onorevole Salvatore Foderaro per iniziativa del senatore Arturo Perugini.
Fu proprio Perugini, l’avvocato e politico scomparso nel 1983, ad aver intuito per primo le condizioni ideali per realizzare un grande agglomerato urbano tra i tre comuni di Nicastro, Sambiase e Sant’Eufemia Lamezia.
Ma come mai fu scelto il nome Lamezia Terme per identificare il nuovo grande comune calabrese?

Cinquantenario Lamezia Terme Caronte nome

Il nome Lamezia Terme

Non ci furono molti dibattiti circa il nome da attribuire al nascente comune della piana. Lamezia Terme deve la sua prima parte di nome al fiume Amato, un tempo chiamato Lametos, che attraversa la periferia della città. Il nome riprende quello antico di Lametia, città fondata dalla popolazione italica degli enotri (VI secolo a.C.) che risiedettero nei territori della piana prima dei crotoniati di Terina.
La popolazione greca si stabilì qui nel VI secolo a.C. con l’intento di ampliare e rafforzare il proprio dominio sul mar Tirreno.
Il nome Lamezia fu dato all’ex comune di Sant’Eufemia (appunto conosciuta come Sant’Eufemia Lamezia) durante la bonifica del 1935 e con l’unione amministrativa del 1968, si scelse di tener buono il nome per l’intera nuova città.
A Lamezia, infine, fu aggiunto Terme, per via delle acque e del complesso termale di Caronte che si trovano nell’omonima frazione nel territorio dell’ex comune di Sambiase. Tuttora le terme di Caronte rappresentano uno dei simboli e uno dei punti di maggiore interesse della città.

Antonio Pagliuso

Articoli Correlati

Lamezia, il Palasparti rimane chiuso: il Comune rigetta le richieste del comitato Si allo sport

Lamezia. Nuovo CDU: dopo il Carlei, attiviamoci per riaprire il palazzetto

Se vogliamo parlare di efficienza, velocità, professionalità, capacità politiche e tecniche, dobbiamo sicuramente menzionare la cooperativa “Malgrado Tutto” e

Read More...
XVIII Peperoncino Jazz Festival: John Patitucci di scena a Cetraro

XVIII Peperoncino Jazz Festival: John Patitucci di scena a Cetraro

Partito ufficialmente da quella che da alcuni anni a questa parte è l’indiscussa fabbrica culturale calabrese (l’Unical, che nei

Read More...
Gianturco: Multiservizi chiarisca motivi del nuovo bando

Gianturco: Lavoro in calo, l’aumento dell’occupazione è solo un bluff dei 5 stelle

Nei primi sei mesi del 2019 la cassa integrazione è cresciuta del 16% rispetto allo stesso periodo del 2018

Read More...

Mobile Sliding Menu