LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



Comunali. Marco Papasso disegna i prossimi 10 anni della città di Cosenza

3 min read
Marco Papasso

Nella corsa alla guida del Comune di Cosenza interviene l’avvocato Marco Papasso, candidato al Consiglio Comunale con la lista Lega – Salvini Calabria a sostegno del candidato a Sindaco del capoluogo bruzio, Francesco Caruso, per sottolineare la necessità di garantire una continuità amministrativa e proseguire nell’opera di recupero, valorizzazione e innovazione della città, al fine di migliorare la qualità della vita dei propri concittadini e di rendere più coeso e solidale il tessuto sociale, cambiato nei bisogni e nelle aspettative, soprattutto in epoca post Covid

Comunicato Stampa

A tal proposito, partendo proprio dal suo impegno in ambito sociale e professionale, l’avvocato Papasso interviene elencando alcuni punti programmatici centrali rispetto agli obiettivi che si intendono perseguire nei prossimi anni di amministrazione della città, partendo dalle politiche sociali.

Fondamentale partire da un progetto di inserimento in ambito lavorativo per i giovani disoccupati, formandoli rivalutando gli antichi mestieri e costruendo percorsi innovativi di qualificazione professionale, utile e funzionale agli ambiti commerciali e imprenditoriali del territorio.

Importante anche la possibile stipula di un Protocollo d’intesa con l’Università della Calabria, al fine di incentivare economicamente la ricerca ed evitare che tanti giovani cosentini emigrino in altri Atenei, così da fare restare in Calabria le nostre Intelligenze.

Al lavoro dovrà unirsi il potenziamento dei servizi di igiene e decoro urbano, innovando i servizi relativi alla sanità e alla medicina territoriale, per quelle che attualmente sono competenze in materia dell’Ente comunale.

Assolutamente prioritario – a parere di Papasso – dovrà essere l’impegno da profondere in favore delle persone diversamente abili, realizzando in tutte le zone della città interventi specifici mirati allo stato di disabilità della persona e promuovendo campagne di sensibilizzazione che favoriscano una vera integrazione nel substrato sociale e accrescano la nella società civile la cultura del diritto, ricordando che i portatori di handicap non sono soggetti da beneficiare ma a cui garantire la sola applicazione della legge e da amministrare pubblicamente come cittadini pari agli altri: “Praticheremo un’autentica buona politica sociale, fatta di costruttive concertazioni attraverso scelte condivise e con il coinvolgimento delle parti sociali, legate ai bisogni delle persone in tutte le zone della città”.

Coinvolgimento e condivisione, due termini sui quali – ad avviso del candidato Papasso – dovrebbero fondarsi le linee guida utili alla realizzazione di un progetto che preveda regole e procedure riferibili ai Comuni dell’area urbana (Cosenza, Rende, Castrolibero, ndr), oggetto di un Osservatorio sulle capacità istituzionali e amministrative degli stessi Enti coinvolti, per individuare le necessità e i possibili scenari di intervento e risoluzione delle problematiche comuni.

In tema ambientale, invece, risulta utile percorrere l’idea di concedere in uso gratuito spazi verdi a concittadini e privati, con l’obbligo di curarne l’aspetto e permettendo agli stessi di pubblicizzare le proprie aziende/attività, previo accordo con l’Amministrazione comunale, che verrebbe così sgravata da notevoli oneri di spesa per la manutenzione.

Da ultimo, non certo per minore importanza, le attenzioni da rivolgere a turismo e cultura, principali attrattori del capoluogo bruzio, per cui si attiverà un Piano Strategico di Attuazione con cui programmare rapidamente una serie di azioni pubbliche per la valorizzazione del grande patrimonio culturale della città, vero motore di sviluppo economico e crescita sociale: strumento ideale per tale scopo sarà la creazione di un’Agenzia di relazioni turistiche e ospitalità indirizzata all’offerta di viaggi turistici, tenendo conto delle presenze storiche affermate, che attendono solo di essere riconsiderate e rivisitate con elementi di offerta e azioni di inclusione.