Crotone, contrasto al gioco illegale: chiuso centro scommesse abusivo

In Cronaca On
- Updated
gdf - auto Guardia di finanza

mara-desideri

Il centro di raccolta scommesse è risultato essere privo di concessione pubblica e di licenza del questore.

CROTONE – Scoperto dalle Fiamme Gialle della Tenenza di Cirò Marina, un centro scommesse privo dell’autorizzazione di pubblica sicurezza, prevista dal Testo Unico delle leggi di P.S., nell’ambito di un servizio mirato al contrasto del fenomeno del gioco d’azzardo.

È quanto emerso nel corso di uno specifico controllo eseguito dai Finanzieri calabresi nei confronti di un soggetto, operante nel cirotano, nel settore delle scommesse on-line effettuate tramite piattaforme telematiche dislocate all’estero, ossia fuori dal controllo dei monopoli di stato. In particolare sono state rinvenute e sottoposte a sequestro penale, in flagranza di reato, nr. 5 ricevute di giocata, tutte eseguite su un “conto gioco” intestato al medesimo titolare del centro, ma di fatto effettuate in nome e per conto di altri soggetti.

Il titolare dell’esercizio è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per l’illecita attività in violazione della cosiddetta legge sul “totonero” che prevede la reclusione da sei mesi a tre anni. È stata anche disposta la chiusura dell’esercizio.

Articoli Correlati

Lamezia. Zaffina replica a Piccioni e Cittadino: “La solita polemica sterile di una certa sinistra”

LAMEZIA. Il presidente del consiglio comunale Pino Zaffina risponde ai consiglieri di minoranza Rosario Piccioni e Lucia Cittadino, i

Read More...
individuato responsabile del danneggiamento auto del sindaco-LameziaTermeit

Girifalco. Maltrattava la moglie, ai domiciliari un uomo di 41 anni

GIRIFALCO. E' finito agli arresti domiciliari un uomo di 41 anni accusato di maltrattare la moglie. (altro…)

Read More...

Il Comune di Pianopoli aderisce alla manifestazione a sostegno del giudice Gratteri

“Il Comune di Pianopoli aderisce alla manifestazione in sostegno del procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, dei magistrati

Read More...

Mobile Sliding Menu