Mercoledì 12 Agosto 2020

LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

De Sensi (CAC): “Vergognoso il trasferimento uffici Asp da Lamezia a Catanzaro”

2 min read
Rosario De Sensi - LameziaTermeit

Rosario De Sensi (CAC)

[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Lamezia nuda e abbandonata

L’esponente lametino del movimento civico Calabria Al Centro sul trasferimento degli Uffici dell’ASP.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]

È nota ormai a tutti la situazione dell’Azienda Sanitaria Lametina e dell’imminente trasferimento di molti uffici amministrativi da Lamezia a Catanzaro. A mio avviso, – dice il De Sensi – questa è l’ennesima “batosta” non solo per la città, mortificata e abbandonata, ma anche per tutto il consiglio comunale e la Giunta guidata dal sindaco Paolo Mascaro che da tre anni non ha mosso un dito per migliorare Lamezia.

Questo trasferimento è veramente vergognoso.

Ma non basta. Ci stanno portando via tutto.

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_single_image image=”53271″ img_size=”full” add_caption=”yes” alignment=”center”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]

C’è la questione Sacal da risolvere, sono anni che si parla della situazione del campo rom di Scordovillo ma finora si è assistito soltanto a passerelle di comodo dei politici e a nessuna azione concreta.

Non bisogna dimenticare poi tutte le promesse fatte in campagna elettorale da chi oggi ci rappresenta in Consiglio Comunale. Quello che mi stupisce – continua il De Sensi – è il partito di Forza Italia, nel quale il popolo lametino ha sempre posto una grande fiducia e che invece, inspiegabilmente, si trova ad appoggiare questa linea comunale che fa “acqua da tutte le parti”.

Occorre avere pazienza, – ribadisce l’esponente di CAC – mancano sessanta giorni alla chiusura di questa travagliata situazione che si è creata in questa città. A dicembre, sulla base dei risultati della commissione d’accesso antimafia, il prefetto di Catanzaro dott.ssa Luisa Latella prenderà una decisione. E Lamezia, con i commissari, potrà ripartire.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]