LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Il Fondo di Solidarietà Bilaterale Artigianato liquida 18 milioni di euro ma invoca ammortizzatori per tutte le imprese

2 min read
Il Fondo di Solidarietà Bilaterale Artigianato liquida 18 milioni di euro ma invoca ammortizzatori per tutte le imprese

Sono oltre 18 milioni di euro le somme liquidate dal Fondo di Solidarietà Bilaterale Artigianato (FSBA), ai lavoratori dell’artigianato in Calabria che sono stati in cassa integrazione nel periodo marzo-giugno 2020

Comunicato Stampa

«È necessario – ha affermato Giovanni Aricò, presidente dell’Ebac Calabria intervenuto in video-conferenza all’incontro organizzato dai vertici nazionali Fsba con gli enti regionali lavorare in simbiosi affinché si pervenga in brevi tempi a universalizzare una volta per tutte il diritto dei lavoratori ad essere coperti con un ammortizzatore sociale in tutte le aziende e non solo in alcune. Abbiamo finanziato la cassa integrazione di oltre 5000 imprese calabresi, ma se da un lato siamo soddisfatti di ciò, dall’altro mancano all’appello almeno altre 5000 imprese che né hanno chiesto la Cig, né contribuiscono al Fondo Fsba per come previsto dal D. lgs 148/2015».

«Se è vero – aggiunge il presidente –  che all’inizio della pandemia abbiamo erogato velocemente le prestazioni grazie ai fondi accantonati da Fsba, è altrettanto vero che tali accantonamenti non erano adeguati in quanto molte aziende ancora non versano, quindi occorre andare velocemente verso il Durc così come avvenuto in altri Fondi bilaterali».

«La Calabria – ha fatto notare Mauro Sasso vicepresidente del Fondo Fsba ed Ebna. ha ottenuto risultati lodevoli gestendo l’emergenza Covid 19 in piena sintonia con le indicazioni ed il supporto del Fondo nazionale, garantendo tempestività e solerzia nella gestione pratiche, compatibilmente con i tempi dettati dal ministero del Lavoro».

Ha concluso i lavori Dario Bruni, presidente Fondo Fsba ed Ebna, che, oltre a soffermarsi sull’analisi delle casse integrazioni, ha anche ribadito la necessità di rendere le prestazioni di sostegno al reddito dei lavoratori, maggiormente fruibili uniformandole, in tutto il territorio nazionale, così come già avviene per le prestazioni sanitarie di Sanarti e la formazione finanziata da Fondartigianato.