LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Lamezia. I genitori del comitato ai commissari: “Chiudere tutte le scuole fino a Pasqua”

2 min read

LAMEZIA. Chiudere tutte le scuole di ogni ordine e grado da ora fino a Pasqua. Riprendere le lezioni in presenza dopo le festività e dopo che la curva della  recrudescenza pandemica si sarà calmierata.

Questa la richiesta unanime del comitato “Scuola in sicurezza” nato nei mesi scorsi e che oggi pomeriggio ha incontrato i commissari prefettizi nel salone municipale di via Perugini. Insieme alla delegazione dei genitori anche gli ex consiglieri comunali Rosario Piccioni e Mimmo Gianturco; presente anche Paqualino Raso tra i primi promotori del comitato. Numerosa la rappresentanza dei genitori che hanno manifestato tutta la loro angoscia e preoccupazione per la situazione venutasi a creare in città. Paure fortissime avvalorate anche dal racconto di alcuni docenti presenti al dibattito.

A detta dei componenti del comitato, genitori ed esponenti della politica, la situazione reale dei contagi non è quella rispecchiata nei dati ufficiali forniti quotidianamente dall’Asp. Secondo gli esponenti del sodalizio, i contagi sarebbero molti di più perchè nei dati dell’Asp non vengono inseriti quelli dei laboratori privati. Ai commissari è stato sollecitato, a tal proposito, la ricezione costante e continua dei dati che vengono immagazzinati dalla strutture private relativamente alla curva dei contagi che viene registrata ogni giorno sul territorio lametino.

Gli ufficiali di governo che guidano l’ente comunale, dal canto loro, hanno dimostrato grande attenzione e disponibilità nell’accogliere le istanze del comitato ma hanno detto chiaramente che non possono assumere un provvedimento di chiusura delle scuole in quanto i dati ufficiali non giustificherebbero tale presa di posizione. Intanto nei prossimi giorni ci sarà un incontro con i dirigenti delle scuole e i commissari hanno garantito che presenteranno ai presidi le istanze e le preoccupazioni del comitato per la Scuola in sicurezza. Red.