LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Lamezia. Liotta e Grandinetti: “Ritiriamo la candidatura. Il Pd ha disgregato il centrosinistra”

2 min read

LAMEZIA. Milena Liotta, ex vicesindaco, e Francesco Grandinetti già presidente del consiglio comunale, fanno un passo indietro e si ritirano dalla competizione elettorale. Solo qualche giorno fa i due esponenti politici avevano creato il Polo civico a supporto della candidatura a sindaco di Milena Liotta: una decisione che il resto del centrosinistra composto dal Pd e dal movimento “Lamezia bene comune” non ha accolto con favore e che non ha minimamente sostenuto. “Io e Francesco – ha affermato Liotta nel corso di una conferenza stampa tenuta in mattinata – pensiamo che in questa città ci sia bisogno di uno scatto d’orgoglio, ma nel centrosinistra questa determinazione non c’è. Il Pd si è dimostrato inconcludente e autoreferenziale”. Liotta e Grandinetti hanno bocciato senza remore la scelta del Partito democratico lametino di candidare a sindaco Maria Teresa Morano, componente della Fondazione Trame e dell’associazione lametina Antiracket. “Nulla da obiettare sulla storia personale della Morano – hanno ribadito i due esponenti politici -ma riteniamo che la scelta sia caduta su una persona sconosciuta ai lametini”.

Pur ritirando la candidatura, Liotta e Grandinetti hanno detto di rimanere comunque al servizio della comunità. Al contempo hanno lanciato un appello accorato al Pd perchè trovi la giusta convergenza e condivisione col movimento “Lamezia bene comune” e opti per la candidatura di Rosario Piccioni ritirando definitivamente quella di Maria Teresa Morano. L’ex vicesindaco e l’ex presidente del civico consesso hanno anche rimarcato: “Noi diciamo ‘no’ ai professionisti dell’antimafia. Non c’è bisogno di proclami e slogan per combattere il malaffare. L’antimafia si fa ogni giorno, l’illegalità si deve combattere quotidianamente in ogni ambito“. Liotta e Grandinetti hanno puntato il dito contro la politica portata avanti negli ultimi mesi e nelle ultime settimane in particolare.

“Nel Partito democratico non ci si capisce più niente – hanno incalzato i due esponenti politici – il Pd ha sconquassato il centrosinistra. Se il centrodestra riprenderà il governo della città sarà proprio colpa del Pd”. L’auspicio dei due ex componenti del Polo civico è, dunque, che il Pd riveda le sue decisioni e riapra il tavolo della trattativa col movimento di “Lamezia bene comune”. “No ci fermiamo ma seguiremo l’evolversi della situazione politica e denunceremo ogni nefandezza – hanno assicurato Liotta e Grandinetti – facciamo un passo indietro sperando davvero che il centrosinistra ritrovi quell’unità che finora non c’è mai stata. Una compattezza necessaria per fronteggiare le preoccupanti manovre a cui sta dando vita il centrodestra”. m.s. 

Click to Hide Advanced Floating Content