LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Lamezia. Per Pasquale e Francesco tante fiaccole accese e un solo desiderio: giustizia!

2 min read
Lamezia. Per Pasquale e Francesco tante fiaccole accese e un solo desiderio: giustizia!

Tante fiaccole accese per Francesco Tramonte e Pasquale Cristiano, i due netturbini uccisi trent’anni fa dalla criminalità organizzata

Il quartiere Miraglia a Sambiase stasera si è illuminato di una luce particolare con tante fiaccole accese per ricordare la strage del 24 maggio 1991 quando una mano assassina uccise a sangue freddo i due netturbini mentre stavano svolgendo il loro lavoro. L’avvocato Giancarlo Nicotera (attualmente consigliere comunale sospeso) ha voluto questa iniziativa cui hanno aderito numerosi esponenti del civico consesso e dell’amministrazione eletta alle comunali del 2019.

Un omaggio doveroso a due lametini vittime innocenti di ‘ndrangheta la cui tragica morta, ancora oggi dopo trent’anni non ha un colpevole. Nessuno ha ancora pagato per la strage della Miraglia. Il grande messaggio della fiaccolata di stasera, ancora una volta, è uno e uno solo: il forte desiderio di giustizia espresso dalle famiglie e da tutta la città.

Si faccia luce sul duplice ed efferato omicidio della Miraglia, sulla barbara esecuzione di due onesti lavoratori freddati all’alba a colpi di mitra. Si squarci il velo dell’omertà e si restituisca la verità alle famiglie e ad un’intera comunità che da trent’anni attende di conoscere gli inquietanti retroscena di uno dei periodi più bui della sua storia recente.

Alla fiaccolata hanno partecipato anche tanti bambini per simboleggiare un patto tra generazioni per la legalità e la giustizia e per ricordare anche la strage di Capaci in cui 29 anni fa perse la vita il giudice Giovanni Falcone con la moglie e gli uomini della scorta.

Click to Hide Advanced Floating Content