LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Le ricette della domenica: di carne o di verdure, polpette che bontà!

2 min read

Polpette che bontà. Un must della cucina tradizionale che diventa una costante nel periodo delle festività natalizie. La rubrica Le ricette della domenica di lameziaterme.it oggi vi propone diversi modi di preparare le polpette utilizzando gli avanzi dei pranzi e dei cenoni del periodo di Natale

Le tavole imbandite del periodo di Natale non si esauriscono mai e con la carne o le verdure avanzate si possono preparare delle gustosissime polpette da fare al sugo, da friggere o cuocere in forno a seconda dei gusti. Per le polpette di carne si possono riciclare gli avanzi di arrosto, di manzo lesso, di ragù o lo stesso cotechino del Capodanno. Per le polpette vegetariane gli ingredienti avanzati possono essere piselli, spinaci, carciofi, asparagi e le immancabili lenticchie del veglione.

Le polpette di carne

Per le polpette di carne gli avanzi di arrosto o di cotechino vanno tritati e impastati con del pane ammollato nel latte e poi strizzato. Al composto vanno aggiunte le uova, il formaggio grattugiato (grana padano o parmigiano), prezzemolo, sale e pepe. Chi lo gradisce può aggiungere un po’ di cipolla e di aglio finemente tritati. Successivamente l’impasto va diviso in tante piccole polpette da far cuocere a fuoco lento nel sugo di pomodoro aromatizzato al basilico. La cottura si aggira intorno ai 30 minuti. Altra variante può essere la cottura al forno; in questo caso le polpette, prima della cottura vanno passate nel pan grattato e poste su una teglia foderata di carta forno. La cottura, a 180°, va dai 25 ai 30 minuti.

Polpette di verdure

Le polpette di verdure sono un secondo piatto che trae origine dalla cucina contadina che è veramente ricco di gusto. Si tratta di squisiti bocconcini a base di verdure miste:  dai piselli ai broccoli, dai carcioci alle zucchine, dalle lenticchie agli spinaci. Per fare le polpette le verdure già cotte devono essere tritate  ed unite ad un composto morbido di pane ammollato nel latte e poi strizzato. La quantità di pane deve essere il doppio rispetto a quella delle verdure. A completare l’impasto uova, formaggio grattugiato, provola o mozzarella a tocchetti, sale, pepe e noce moscata.

Prima di friggerle o passarle in forno le polpette di verdure vanno passate in una panure di pane profumato con pan grattato, prezzemolo, salvia, maggiorana e timo. Le polpette di verdure possono anche cuocere a vapore, un metodo molto salutare molto apprezzato da chi predilige una dieta povera di grassi. Questi sono due modi semplici e veloci per non sprecare il tanto cibo che abbiamo preparato durante le feste e che riutilizzato, a forma di polpetta, può ritornare in tavola con le sue tante divagazioni sul tema ( al sugo, fritto o cotto al forno) facendo ancora una volta una gran bella figura e conquistando i nostri commensali.