LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Mito, storia ed eleganza a Lamezia Terme

2 min read
Mito, storia ed eleganza a Lamezia Terme

Il Polo Tecnologico di Lamezia Terme continua a distinguersi per la varietà di proposte e di percorsi offerti si suoi studenti

Proprio nei giorni scorsi si è concluso infatti un progetto che ha legato mito ed eleganza, in collaborazione con l’Associazione Samarcanda, sotto la guida esperta del presidente Manuelita Iacopetta e il vice presidente prof.ssa Michela Cimmino.

Dice il presidente:“Il progetto Storie Di Eleganza Femminile prende vita nel Polo Tecnologico laddove la dirigente scolastica Patrizia Costanzo è molto sensibile alle attività finalizzate all’educazione della sensibilità e della formazione degli allievi. È per questo che con lei abbiamo realizzato questo progetto che mira soprattutto a creare bellezza, educare e affinare il senso estetico con laboratori di gioielleria: inoltre, con laboratori condotti dalla prof.ssa Cimmino di storia e mitologia che evidenziavano come l’evoluzione artistica non è mai fine a sé stessa, ma frutto di avvenimenti storici e percorsi che inevitabilmente va avanti. Legato soprattutto al nostro territorio che risente tantissimo dell’influenza magnogreca. Una parte degli abiti che abbiamo esposto sono patrimonio della scuola, creati proprio dai ragazzi dell’ex indirizzo di moda (circa 300 vestiti d’epoca): noi abbiamo creato con l’aiuto degli alunni e del mio Fascino Bizantino dei gioielli abbinati. Devo ringraziare di cuore la sig.ra Rita Falduti, tecnico interno e la prof.ssa Ruberto, tutor.”.

Decisivo anche l’apporto della prof.ssa Cimmino: “Prima di tutto voglio ringraziare le ragazze che nella serata conclusiva hanno indossato gli abiti della mitologia interpretando il mito di Persefone, in una sfilata ma anche in una bellissima drammatizzazione scenica; siamo partite con questo progetto nel mese di febbraio, ed è stato un progetto abbastanza innovativo, perché abbiamo messo insieme tutte le capacità della persona, la mente, il cuore e le mani. Abbiamo cercato con i ragazzi di realizzare un percorso, abbiamo ritenuto opportuno parlare del Mito in una scuola dove questa parte forse non viene trattata in maniera preponderante per la diversità con le materie trattate, però ci sembrava opportuno che attraverso i miti potessero meglio scoprire i valori, le risorse, le ricchezze di questa nostra terra di Calabria. Gli scopi della nostra associazione poi sono in fondo questi: abbiamo allora gli abiti del mito e dell’800 e medioevali, e i gioielli abbinati ad ogni stile, con una ricerca che parte da lontanissimo e passa per il tesoro di Sant’Eufemia, narrando cose e storie di grande coinvolgimento.

Valentina Arichetta