“Occhiali a specchio”, il nuovo brano de Il Conte Biagio

In Eventi&Cultura On
- Updated

Per la prima volta candid camera e videoclip musicale si fondono nel singolare esperimento social de “Il Conte Biagio”. Girato a Roma, il video è un surreale attraversamento della metropoli alla ricerca delle ignare vittime della furia “anti-tecnologica” del Conte.

“Scrivo e canto canzonette”, è così che si racconta il cantautore salernitano. E nelle sue canzonette gioca con arguta leggerezza (a partire dal titolo del nuovo album, “La mia depressione”) con i grandi miti del nostro tempo, dall’abisso del lavoro senza prospettive alla conta dei like sui social, dalla tecnica giusta per scattarsi un selfie, ai trentenni che ormai non si sposano più. Una raccolta di racconti che fotografano la società contemporanea vista dagli occhi disincantati di chi stenta a ritrovarsi in un mondo ipertecnologico.

Il video è stato prodotto dal collettivo artistico La Balena, con la regia e il montaggio di Angelo Cariello, la direzione della fotografia di Valentina Gaudiosi e l’assistenza di Corina Strollo, Silvia Sfratta e Dario D’Angelo. Il brano “Occhiali a specchio” è estratto dal disco pubblicato lo scorso dicembre, intitolato “La mia depressione”. Alla sua realizzazione hanno preso parte Dario Triestino (Il Pozzo di San Patrizio) al basso e Andrea Suriani (I Cani) al mix e mastering.

Articoli Correlati

Maturità 2019. Polizia e skuola.net contro fake news e bufale

Maturità 2019. Polizia e skuola.net contro fake news e bufale

Al via la campagna di sensibilizzazione rivolta ai maturandi contro “fake news, bufale e leggende metropolitane”: secondo una ricerca

Read More...
Vincenzo Cutrì

Lamezia, Cutrì: Inaccettabile che non sia partita la raccolta differenziata a Fronti

Per Fronti l’avvio del sistema di raccolta differenziata sembra una chimera (altro…)

Read More...
Lamezia Maltrattata: di quale sicurezza parlano i Commissari?

Lamezia Maltrattata: di quale sicurezza parlano i Commissari?

Qual'è lo stato dei trasporti a Lamezia Terme? Quando i commissari inviati al Comune per ristabilire la legalità parlano

Read More...

Mobile Sliding Menu