LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

ODCEC Calabria e Basilicata solidali col giornalista Gigliotti

2 min read
odcec

Messaggi di solidarietà da parte dell’ODCEC Calabria e Basilicata ad Antonio Maria Gigliotti per la vicenda che lo ha visto sfortunatamente protagonista.

ODCEC Calabria e BasilicataComunicato Stampa
Gli Ordini dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Calabria e Basilicata, nell’apprendere dell’incresciosa vicenda giudiziaria che ha interessato il Dott. Antonio Maria Gigliotti, risolvendosi con una condanna in suo sfavore, esprime tutta la propria solidarietà ad uno stimato professionista che, sia come giornalista che come collega, iscritto all’Ordine di Lamezia Terme, ha sempre avuto il coraggio di denunciare ogni situazione o azione tendente al alterare il rapporto (che, soprattutto in ambito fiscale, dovrebbe necessariamente essere di fiducia) tra le istituzioni ed il cittadino, spesso anche a discapito della categoria dei commercialisti, che ne costituiscono un tramite tra i più immediati e diretti.
La vicenda cui si fa riferimento riguarda la condanna per il reato di diffamazione a mezzo stampa inferta al Dott. Gigliotti a seguito di denuncia‐querela presentata in relazione ad un articolo apparso sulla rivista da lui diretta ‐ Fiscal Focus, del 14 giugno 2017 ‐ nel quale veniva commentato il provocatorio ed umiliante intervento dal noto escapologo fiscale Gianluca Massini Rosati presso il Senato della Repubblica.
Cogliendo pertanto anche in tale vicenda una opportunità per rimarcare l’ampiezza del ruolo e delle competenze dei Commercialisti a servizio della società e del Paese e l’importanza di una saggia azione di difesa da ogni insidia, strategia o propaganda miranti ad alterare la correttezza della condotta fiscale dei contribuenti, gli Ordini di Calabria e Basilicata auspicano che la condanna inflitta al collega Gigliotti valga ancora una volta ad allertare la coscienza collettiva della categoria nei confronti di ogni azione o millantazione diretta a fomentare gli animi dei cittadini od a tradursi in subdolo strumento di incitazione all’illegalità.
MATERA – EUSTACHIO QUINTANO POTENZA – LUIGI VERGARI
CASTROVILLARI – MARIO STRATICO’ CROTONE – LUIGI DOMENICO ARCURI COSENZA – ANDREA MANNA
PAOLA – GIORGIO SGANGA
LAMEZIA TERME – MASSIMILIANO CANZONIERE CATANZARO – ROSA PETITTO
VIBO VALENTIA – VINCENZO MORELLI PALMI – ANTONIO REPACI
LOCRI – ETTORE LACOPO
REGGIO CALABRIA – STEFANO POETA