Scordovillo, Gianturco: Ora si smantelli definitivamente il campo rom

In Politica On
Scordovillo, Gianturco: Ora si smantelli definitivamente il campo rom

Bene l’intervento delle forze dell’ordine nel campo rom di Scordovillo.

Comunicato Stampa

I lametini chiedono la messa in sicurezza da diverso tempo e le autorità stanno rispondendo positivamente colmando le lacune lasciate colpevolmente dalla politica.

I commissari prefettizi che amministrano la città di Lamezia Terme, essendo emanazione diretta della Prefettura e quindi dello Stato, possono e devono attivarsi con tempi e metodi differenti per arrivare al definitivo smantellamento della baraccopoli che rappresenta la più grande vergogna del nostro territorio.
Urge, quindi, allontanare dalla città i rom non residenti e che delinquono in maniera costante creando disagi e pericoli alle nostre famiglie, punire severamente tutti coloro i quali minano la salute pubblica commettendo reati ambientali e nello stesso tempo dare un’opportunità a coloro i quali vogliono realmente integrarsi con il resto della comunità cittadina rispettando le norme e le leggi dello stato.
Finalmente qualcosa si sta muovendo e la città non può che essere contenta dell’attenzione e del lavoro delle forze di polizia.
Mimmo Gianturco
Fratelli d’Italia

Articoli Correlati

violenza sulle donne

Cosenza. Cinquantenne perseguita la ex moglie e finisce in manette

Nella tarda serata di venerdì 15 novembre, personale dell’U.P.G.S.P. Squadra Volante ha tratto in arresto, per atti persecutori, C.F.

Read More...
Catanzaro. Polizia arresta 29enne per evasione dagli arresti domiciliari

Paola (CS). Era ai domiciliari e picchia familiare, preso

Nella giornata di venerdì 15 novembre, personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Paola ha dato esecuzione ad ordinanza

Read More...
Esultanza a fine gara

Sesta vittoria per la Royal Team che batte la Salernitana

E sono sei! La Royal Team Lamezia non si ferma e rimanda battuta anche una buona e volenterosa Salernitana

Read More...

Mobile Sliding Menu