Vibo Valentia. C’è un indagato per il migrante ucciso

In Cronaca On
Vibo Valentia. C'è un indagato per il migrante ucciso
container Lamezia Terme

Non risulterebbe movente per xenofobia o cosche, disposta autopsia

VIBO VALENTIA. Svolta nelle indagini sull’omicidio di Soumayla Sacko, il 29enne del Mali ucciso a colpi di fucile sabato sera a San Calogero.

Un uomo di circa 40 anni, italiano, che abita a San Calogero è indagato per il delitto.

I carabinieri della Compagnia di Tropea e della Stazione di San Calogero gli hanno notificato un “avviso della persona indagata” e contestuale “notifica di accertamenti tecnici non ripetibili” emesso dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia.

Sulla sua identità viene mantenuto uno stretto riserbo.

Da fonti vicine alle indagini si è appreso solo che allo stato non risulta un movente xenofobo o legato alla ‘ndrangheta.

Oggi c’è stato il conferimento dell’incarico per l’autopsia sul corpo di Soumayla affidato al medico legale Katiuscia Bisogna.

E proprio per consentire all’indagato di nominare propri periti è stato emesso l’avviso.

L’uomo, secondo quanto si è appreso, dovrebbe essere sottoposto allo stub, l’esame per accertare la presenza di residui da sparo su mani e vestiti.

Articoli Correlati

controcorrente

Controcorrente: a Catanzaro il docu-film sullo stato dell’acqua in Italia

Lunedì 27 Gennaio due spettacoli: alle 19:00 e 21:30 (altro…)

Read More...

La Royal Team Lamezia fermata sul pareggio dalla Futsal Nuceira

Torna con il primo pareggio stagionale la Royal Team Lamezia dalla trasferta di Nocera Inferiore valida per la seconda

Read More...

Mobile Sliding Menu