Politica

Lamezia: approvato il Piano Comunale di Spiaggia

L’amministrazione comunale di Lamezia Terme comunica con soddisfazione che in data odierna è stato definitivamente approvato, con determinazione n. 21 del Dirigente del Settore Edilizia Scolastica e Patrimonio dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, il Piano Comunale di Spiaggia, importante strumento di pianificazione territoriale necessario non solo a garantire un migliore assetto urbanistico ma soprattutto per il rilancio di un’economia che subisce gli effetti negativi della particolare congiuntura economica nazionale.
Piano Comunale di SpiaggiaL’approvazione del suddetto strumento ha comportato un impegno costante in tutto l’iter tecnico-amministrativo: la Giunta Mascaro, ed in primis l’Assessore Scavelli, con caparbietà e competenza, ha cooperato in modo propositivo sia con la Rup arch. Laura Abramo ed il progettista ing. Pasqualino Nicotera e sia con gli Uffici Regionali (VAS) e Provinciali nella persona dell’ing. A. Leone, del dirigente arch. P. Narciso nonché del Presidente Bruno che insieme ne hanno determinato l’approvazione definitiva.
L’approccio progettuale del Piano interviene su un litorale ancora allo stato naturale, pertanto di grande valenza paesaggistica, caratterizzato da un’unica spiaggia libera, lunga otto chilometri, e da un bosco litoraneo con funzione di filtro.
In questo contesto, ben diverso dalla maggior parte dei paesaggi urbani costieri calabresi,  si  propone un modello di insediamento turistico-balneare a basso impatto ambientale, tale da non alterare troppo i rapporti di percezione visiva e libera fruizione che ogni visitatore potrà mantenere con l’arenile, con il paesaggio marino e con il suo orizzonte.
Nel dimensionamento delle occupazioni dei manufatti e delle attrezzature, come anche nell’utilizzo dei materiali e delle tecniche di costruzione, si è cercato di limitare l’impatto delle strutture favorendo la visuale dell’ambiente naturale della spiaggia e del bosco litoraneo: in quest’ottica di tutela sono state decise specifiche limitazioni al fronte mare concedibile tali da garantire un’alternanza (di pari valore) fra visuali libere (per legge almeno 50 metri tra due lotti in concessione) e visuali occupate da volumi edilizi e/o altre attrezzature.
Proprio al fine di contenere la barriera visiva delle costruzioni rispetto alla vista della spiaggia dalla via di accesso, è stato introdotto uno specifico limite nel dimensionamento dei manufatti chiusi che non potranno ostruire la visuale libera del fronte strada parallelo alla linea di battigia per più del 50% del fronte medesimo; ciò è stato possibile grazie alle generose estensioni dell’arenile lametino, ovunque profondo circa 100 metri, che consente in ogni caso superfici di lotti concedibili di circa cinque-seimila metri quadrati, nei quali posizionare tutte le attrezzature senza grandi difficoltà.
Si è, quindi, scritta oggi una pagina importante per il futuro e lo sviluppo della Città di Lamezia, nella sua naturale propensione anche marittima e turistica, e si continuerà ancora il positivo e proficuo lavoro non solo con la prossima pubblicazione dei relativi bandi inerenti gli insediamenti ma anche con la ferrea determinazione di dotare in un futuro non troppo lontano la Città e l’intero hinterland di quel Porto Turistico, per il quale è già in fase avanzata la redazione di uno studio di fattibilità, che potrà costituire il volano del turismo dell’area e dell’intera Calabria.

Pubblicità

Pubblicità