Attualità Politica

Zone franche culturali per la crescita della città

È l’emendamento che sarà presentato al “Regolamento per la concessione in uso dei beni immobili di proprietà del Comune di Lamezia Terme a terzi” al fine di incentivare le mostre di arte, fotografia, artigianato e pittura in Città.

È questa l’idea dei Consiglieri Comunali Giancarlo Nicotera e Pasquale Di Spena (CDU) ed Enrico Costantino (Gruppo Misto). Invero, nei locali ubicati presso la Biblioteca Comunale dell’ex Comune di Nicastro e precisamente nella Sala “V. Fittante”, nella Sala Consiliare dell’ex Comune di Sambiase e nella Sala posta al primo piano della delegazione dell’ex Comune di Sant’Eufemia si potranno fare esposizioni continuative, per più giorni, di quadri, fotografie, arte ed artigianato, con tariffe assai agevolate.

Insomma, delle “zone franche culturali” distribuite su tutto il territorio al fine di permettere la programmazione di eventi a Lamezia Terme con l’agevolazione di sostenere costi fortemente contenuti.

Una idea – dicono i tre consiglieri – che ci è stata sollecitata da molti creatori di arte e che riteniamo possa essere una buona base di partenza per favorire ancora di più la crescita culturale, ma anche economica, in Città.

Giancarlo Nicotera – Pasquale Di Spena (CDU)
Enrico Costantino (Gruppo Misto)

Pubblicità

Pubblicità