Torna “Archeomusica”, il progetto che unisce musei e musica

In Eventi&Cultura On
Vibo. Torna “Archeomusica”, il progetto che unisce musei e musica

“Archeomusica”, promosso anche da AMA Calabria, si svolgerà in tre serate: 28 luglio con Max Ionata Hammond Trio, 6 agosto con Torrefranca Percussion Ensemble e 12 agosto con Diapason Ensemble.

VIBO VALENTIA. La seconda edizione del progetto “Archeomusica” è ormai alle porte. Promosso congiuntamente da AMA Calabria e dal Polo Museale della Calabria – Museo Archeologico Capialbi di Vibo Valentia con il sostegno del MiBACT, della Regione Calabria e la collaborazione del Comune di Vibo Valentia, l’evento quest’anno si spalmerà su tre serate: quella del 28 luglio, quella del 6 agosto e quella del 12 agosto.

Anche per la seconda edizione gli intenti sono quelli sottolineati fin dagli esordi e fortemente caldeggiati dalle promotrici principali, Angela Acordon e Adele Bonofiglio: con questo progetto gli organizzatori si pongono l’obiettivo di favorire la conoscenza del nostro ricchissimo patrimonio museale presentando nella suggestiva cornice del castello Svevo Normanno di Vibo Valentia concerti di altissimo valore artistico affidati a musicisti di fama internazionale cui si affiancano giovani talenti della regione.

Come abbiamo accennato, il primo appuntamento è per il 28 luglio alle ore 21 e vede protagonista il Max Ionata Hammond Trio. Max Ionata, uno dei maggiori sassofonisti italiani della scena jazz internazionale, presenta in un concerto imperdibile il suo tredicesimo album Rewind in trio con Alberto Gurrisi grande talento italiano all’organo hammond e Frits Landesbergen, straordinario batterista olandese nonché uno dei migliori vibrafonisti d’Europa.

Segue il 6 agosto, stesso orario, un altro imperdibile concerto con il Torrefranca Percussion Ensemble. Vittorino Naso e gli strumentisti formatisi alla Sua scuola Antonio Argantino, Valerio Colaci, Giuseppe Maiorana, Bruno Mobrici e Liliana Parisi in un concerto dai ritmi travolgenti incentrato su alcuni tra i principali capolavori del repertorio percussivo del nostro tempo

Il ciclo si conclude il 12 agosto, sempre alle ore 21, con la presenza del Diapason Ensemble diretto da Giuseppe Gagliardi. Il Diapason Ensemble, vincitore del 1° Premio Assoluto al 6° Concorso Nazionale Corale AMA Calabria, presenta un programma con brani latino/americani, italiani, di colonne sonore e della tradizione napoletana appositamente arrangiati per la formazione composta dal soprano Maria Gabriella Caria, dal contralto Maria Rita Neri, dal tenore Fabio Scigliano e dal basso Giuseppe Gagliardi.

 

Redazione

Articoli Correlati

La Royal nella trasferta romana

Trasferta a Bisceglie per una Royal Team in cerca di punti

Continua il campionato in trasferta, da calendario e non, per la Royal Team Lamezia che per l’11/a giornata del

Read More...
Gallo: evitare che gli investimenti pubblici finiscano in mano alle cosche

Gallo, Welfare: due Conferenze permanenti, tanta confusione

Stesso ambito, organismi doppi, tanta confusione (altro…)

Read More...

La Prefettura di Reggio contro le vacche sacre

REGGIO CALABRIA. Resta alto l'impegno della Prefettura di Reggio Calabria sulla problematica riguardante la presenza di animali vaganti, le

Read More...

Mobile Sliding Menu