LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



Auddino (M5S): ok progetti di ampliamento scuole reggine

2 min read

Ok del MIUR su progetti di ampliamento scuole reggine previsto dalla mia proposta legislativa

Comunicato Stampa

ROMA. Il Ministero dell’Istruzione ha approvato i progetti della Città metropolitana per i lavori di edilizia di molte scuole del comprensorio.

Grazie al lavoro svolto in sinergia con la Città Metropolitana di Reggio Calabria in meno di un anno siamo riusciti ad ottenere questo importante risultato per il nostro territorio.

Tutto è partito dalla scorsa legge di bilancio grazie ad una mia proposta legislativa portata all’attenzione dell’ex Ministro della Pubblica Istruzione Lucia Azzolina e confluita nel testo di legge.

La vecchia normativa prevedeva, infatti, un finanziamento dell’edilizia per le scuole di competenza di province e città metropolitane limitato però ad interventi di manutenzione straordinaria ed incremento dell’efficienza energetica.

Grazie alla mia proposta, gli interventi finanziabili per tutte le scuole italiane sono stati estesi anche ad opere di messa in sicurezza, di nuova costruzione e di ampliamento, afferma il Senatore reggino Giuseppe Auddino del Movimento 5 Stelle.

Il piano approvato prevede l’ampliamento dell’Istituto Tecnico Industriale Statale “Milano” di Polistena per una somma di mezzo mln di euro, l’adeguamento sismico dell’ITT “Panella-Vallauri” di Reggio Calabria per 1,85 milioni, la nuova costruzione del Liceo Scientifico ed Istituto Industriale di Oppido Mamertina, ultimo stralcio funzionale, per 1 milione di euro, la realizzazione del nuovo IPSSAR (con annesso Convitto) di Locri per 4,5 milioni, l’ampliamento dell’Istituto “Severi” di Gioia Tauro per 3 milioni e il completamento dell’Istituto Alberghiero di Condofuri per 520 mila euro.

Continuo a far parlare i fatti, orgoglioso del lavoro svolto con leale spirito di gruppo nell’esclusivo interesse di tutti i cittadini ed in particolare dei giovani del nostro comprensorio, che avranno a disposizione nuovi edifici e spazi più ampi e accoglienti, conclude Auddino.

Click to Hide Advanced Floating Content