Operazione Happy dog. Gestione canili: la ‘ndrangheta affonda gli artigli anche sui cani

In Cronaca On

Sulla gestione dei canili, l’operazione Happy Dog coinvolge soggetti vicini alla cosca Zagari-Fazzalari-Viola

TAURIANOVA. L’operazione Happy Dog sulla gestione dei canili, coordinata dalla Diresione Distrettuale Antimafia della procura di Reggio Calabria, ha condotto a 11 provvedimenti di custodia cautelare.

L’inchiesta ha permesso di accertare l’infiltrazione nel settore canino degli interessi di persone ritenute vicine alla cosca Zagari-Fazzalari-Viola della ‘ndrangheta, con conseguente condizionamento degli appalti indetti dal Comune di Taurianova per l’assegnazione dei servizi di custodia e assistenza nei canili privati.

Dalle indagini sono emerse anche le presunte condotte intimidatorie ed estorsive ai danni di un imprenditore del settore della custodia canina, vessato anche da persone vicine alle cosche di Platì e Sant’Ilario sullo Ionio.

Tra le persone per le quali sono stati disposti gli arresti domiciliari c’è il direttore del servizio veterinario dell’Asp di Reggio Calabria, Antonino Ammendola.

Redazione

Articoli Correlati

Coronavirus

Coronavirus. Psicologi pugliesi: ignorate i social, veicolano solo terrore

Il Presidente Gesualdo invita ad affidarsi alle informazioni delle istituzioni (altro…)

Read More...
Vibo, ancora disservizi in ospedale: la denuncia di Azione Identitaria

Coronavirus. Insegnante di Limbadi torna da Codogno in isolamento volontario

Una giovane insegnante di Limbadi, insieme al suo partner, si è attualmente collocata in isolamento volontario dopo aver fatto

Read More...
Lamezia. Scheletro di caretta caretta ritrovato a Ginepri

Lamezia. Scheletro di caretta caretta ritrovato a Ginepri

Un esemplare di caretta caretta è stato rinvenuto nella giornata di ieri sulla spiaggia di Ginepri, sul litorale lametino

Read More...

Mobile Sliding Menu