Catanzaro Lido. Denunciati due uomini responsabili di truffe online

In Cronaca On
Catanzaro Lido. Denunciati due uomini responsabili di truffe online

I Poliziotti del Commissariato di Catanzaro Lido negli scorsi giorni hanno denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria, per due distinti casi, due uomini perché responsabili del reato di truffa online.

Proponevano la vendita di prodotti di elettronica ma dopo aver incassato il denaro si dileguavano nel nulla.

Nel primo caso si è trattato di un uomo di origine campana di 39 anni, N. A. che attraverso la pubblicazione su un sito web proponeva la vendita di una macchina del caffè, dietro il corrispettivo di 30 euro; nel secondo di un 53enne, D. F. di origini pugliesi, che proponeva sempre online la vendita di prodotti informatici dietro il corrispettivo di 50 euro.

L’attività investigativa è scattata per entrambi gli episodi dopo la denuncia degli ignari cittadini incappati nel raggiro che hanno segnalato di aver acquistato e pagato della merce mai recapitata.

Entrambe le truffe sono avvenute con le solite modalità: l’autore dopo aver acquisito dalla vittima l’interessamento all’acquisto di un determinato oggetto e concordato la cifra per l’acquisto dell’apparecchiatura, appena incassato il denaro versato dall’acquirente mediante la ricarica di una Postepay, si è reso irreperibile, senza provvedere alla consegna della merce.

Ma gli investigatori sono riusciti a risalire ugualmente all’ identità di entrambi i truffatori.

Le truffe online sono purtroppo frequenti, pertanto si consiglia sempre di acquistare usando la massima cautela ed utilizzando piccoli ma buoni accorgimenti.

Diffidate dalla vendita di oggetti di elettronica come cellulari di ultima generazione, smart-tv, tablet, a prezzi scontatissimi e acquistati nella maggior parte dei casi con metodi di pagamento non tracciabili, quali ad esempio una ricarica su carte prepagate intestate a terze persone difficilmente individuabili.

Spesso quando il prezzo della merce è eccessivamente basso potrebbe trattarsi di truffe.

Dietro all’indirizzo di un sito controllate che ci sia un vero negozio. Prima di effettuare l’ordine di acquisto verificate che il sito sia fornito di riferimenti quali un numero di Partiva Iva, un numero di telefono fisso, un indirizzo fisico e tutti quei dati necessari per contattare l’azienda. Un sito privo di tali dati probabilmente non vuole essere rintracciabile.

Leggete sempre i commenti e i feedback di altri acquirenti. Le informazioni sull’attendibilità attraverso i motori di ricerca, i forum o i social possono spesso tornare utili.

Se scegliete di acquistare da grandi negozi online, utilizzate le app ufficiali dei relativi negozi per completare l’acquisto.

Questo accorgimento permette di evitare i rischi di essere indirizzati su siti truffaldini o siti clone che potrebbero catturare i dati finanziari e personali inseriti per completare l’acquisto.
Utilizzate carte di credito ricaricabili per completare una transazione, date priorità  e preferenza ai siti certificati o ufficiali.

Non cadete nella rete dei “phishing” e dello “smishing”, ovvero nelle mani di quei truffatori che attraverso mail o sms vi richiedono di cliccare su un link al fine di raggiungere una pagina web dalla quale poi,  con raggiri e artifizi, riusciranno  a rubare  i vostri dati personali, come password, numeri di carte di credito con lo scopo di mettere in atto attività illecite.

Articoli Correlati

Raccolta rifiuti in tilt, smaltimento nel caos. A Lamezia torna l'emergenza

Emergenza rifiuti in Calabria, D’Ippolito ( M5S) interpella il premier Conte

Sul collasso del sistema rifiuti in Calabria, il prossimo venerdì 19 luglio il deputato M5S Giuseppe d'Ippolito, componente della

Read More...

Festa a sorpresa alla Sagio Libri che chiude dopo 40 anni di attività

La Sagio libri di Savina Ruberto chiude i battenti dopo quarant'anni di attività. Amici e clienti affezionati hanno organizzato

Read More...

Lido Valentino Beach, danneggiato dal maltempo lo scivolo per disabili

CATANZARO. Il Comune di Catanzaro "contribuirà a proprie spese alla riparazione della passerella automatizzata per disabili del Valentino Beach

Read More...

Mobile Sliding Menu