LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Cosenza, arresto del boss Abbruzzese: il plauso del ministro Salvini

1 min read
questura di cosenza
Errore, nessun ID annuncio impostato! Controlla la tua sintassi!

In provincia di Cosenza, la polizia ha arrestato il boss della ‘ndrangheta Luigi Abbruzzese, ricercato da anni. Orgoglioso delle nostre forze dell’ordine, sono sicuro che insieme a loro cacceremo i mafiosi paese per paese”.

Così il ministro dell’Interno Matteo Salvini plaude all’operazione che ha portato all’arresto del boss, inserito nell’elenco dei ricercati più pericolosi, e irreperibile dal 2015.

“La cattura di Abbruzzese è significativa, perché siamo riusciti ad arrestare uno degli esponenti di vertice del clan degli ‘zingari’ di Cassano allo Jonio. Ringrazio tutti i poliziotti che hanno lavorato duramente affinché Abbruzzese terminasse il suo periodo di latitanza”. Lo ha detto il questore di Cosenza Giovanna Petrocca, che nel corso della conferenza stampa a seguito dell’arresto di Luigi Abbruzzese ha parlato di un giorno importante per la giustizia.

Al termine dell’operazione sono state arrestate due persone per favoreggiamento, Brunella Campana, di 52 anni e Damiano Cerchiara (59), zii della compagna di Abbruzzese, che invece non è stata raggiunta dal provvedimento.

“Al momento della cattura – ha precisato Fabio Catalano dirigente della Squadra mobile di Cosenza – Abbruzzese non ha opposto resistenza e ha ammesso subito il possesso si due armi, una pistola semiautomatica Glock modello 19, con numero di matricola, probabilmente acquistata all’estero, e un revolver calibro 357 magnum, rubato tempo fa a Cassano, entrambe perfettamente funzionanti”.

Click to Hide Advanced Floating Content