Il dolce di San Lorenzo – la ricetta di zia Iaia

In Giovedì Gnocchi, Ultime notizie On
- Updated

La notte di San Lorenzo è magica ed anche quest’anno ci prepariamo tutti a tirare su la testa per osservare le stelle cadenti.

Le stelle cadenti hanno da sempre affascinato grandi e piccini ispirando leggende: la più diffusa dice che se si esprime un desiderio vedendo la stella che traccia una scia nel cielo scuro della notte, questo si avvererà.

Sono “le lacrime di San Lorenzo” o più scientificamente la pioggia meteorica delle Perseidi che ogni anno ci donano un appuntamento magico offerto dal cielo.

In una notte calda come quella del 10 agosto non può mancare, nell’attesa di esprimere un desiderio, un buon dolce, fresco ma gustoso e diverso dal solito gelato.

Oggi ci è stata inviata una ricetta dalla famiglia Gaetano di Lamezia, che ogni anno festeggiano il giorno di San Lorenzo con un dolce della loro tradizione di famiglia.

Il dolce viene preparato ogni mattina del 10 agosto dalla zia Iaia che poi offre durante la giornata a tutti i parenti riuniti in festa per l’onomastico del nipote e ancora prima fino a qualche annetto fa, di suo padre.

                                                                                                                                                           Scopriamo la ricetta donata a Lameziaterme.it:

Ingredienti per circa 10 persone

200 g di burro

4 tuorli d’uovo

100 g di cacao amaro

300 g di zucchero

400 g di pastette calabresi o semplici biscotti secchi tipo Osvego

300 g di mandorle spellate

vermouth bianco quanto basta

Procedimento

Montare il burro, aggiungere lo zucchero, i tuorli e il cacao. Impastare bene il tutto e iniziare a bagnare i biscotti con il vermouth a questo punto unirli al composto già preparato ed amalgamare tutto bene. Infine unire le mandorle. Stendere in una teglia con carta forno, coprire con della pellicola e conservare in congelatore.

Essendo un composto abbastanza morbido, non congelerà del tutto ma andrà comunque tirato fuori dal frigo una mezz’oretta prima. E’ un dolce al cucchiaio e potrà essere servito accanto ad un buon liquore fresco.

Le nostre varianti

Al posto del burro si può usare la margarina, le mandorle possono essere tritate una volta spellate e si possono aggiungere altri tipi di frutta secca. Potete creare un sottile strato d’impasto e aggiungere della nutella prima di richiudere con un altro strato, verrà ancora più golosa. Per rendere invece il dolce a tema stelle cadenti, decorate la superficie con zuccherini a forma di stelline, in vendita nei supermercati e nei negozi per dolciumi.

Come spellare le mandorle

  1. Le mandorle devono essere crude
  2. Porta a bollore un po’ d’acqua in un pentolino.
  3. Immergi le mandorle nell’acqua bollente per un minuto.
  4. Scola l’acqua, sciacqua le mandorle.
  5. inizia a rimuovere la pelle semplicemente con le dita.
  6. Lasciale asciugare.
  7. Usale per le tue ricette.

Giovedì gnocchi è la rubrica gastronomica di lameziaterme.it aperta a tutti.

Chiunque volesse proporre nuove ricette non esiti a contattarci all’indirizzo e-mail lameziatermeit@gmail.com oppure tramite i nostri canali social.

Valentina Arichetta

 

Articoli Correlati

Castrovillari presenta la 61ma edizione del Carnevale e Festival del folklore

Castrovillari. Nello splendido scenario di Villa Bonifati, nel cuore delle vigne, sarà presentato alla stampa, giovedì 21 febbraio alle

Read More...

Lamezia. Ancora ‘in gabbia’ il Bastione di Malta, simbolo della città

LAMEZIA. Focus sulla storia passata e recente del Bastione di Malta, simbolo della città di Lamezia, da anni oggetto

Read More...

Uil trasporti e Ugl trasporto aereo: “Accordo precari, Sacal faccia retromarcia”

Benedetto Cassala e Giuseppe Di Cello, a nome delle segreterie provinciali di Uil Trasporti e Ugl Trasporto Aereo dicono

Read More...

Mobile Sliding Menu