LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



Impegno Civico e Progressista per la Calabria a sostegno di de Magistris

4 min read
Luigi de Magistris

La delegazione, guidata dal presidente di M24A-ET Pino Aprile, incontrerà De Magistris per definire l’accordo di governo, su un programma di pochi punti che preveda, anche  l’utilizzo di risorse del Recovery Fund.

Comunicato Stampa

I Movimenti e i comitati aderenti a “Impegno civico e progressista per la Calabria” hanno deciso di sostenere la candidatura del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris a presidente della Calabria e danno mandato alla loro delegazione, guidata dal presidente di M24A-ET, Pino Aprile, di incontrarlo per definire l’accordo di governo, su un programma di pochi punti che preveda, anche con l’utilizzo di risorse del Recovery Fund, suddivisi con i criteri dettati dall’Unione Europea (in proporzione al numero di abitanti, del tasso di disoccupazione e dell’inverso reddito pro capite e che porteranno ingentissime risorse per la Calabria):

  • il risanamento della Sanità regionale (azzeramento del deficit e ritiro del commissario da parte dello Stato, centralità della sanità pubblica, riapertura dei presidi ospedalieri e rafforzamento della medicina territoriale) e della salubrità ambientale (eliminazione delle fonti inquinanti, anche in mare, difesa delle coste, dissesto idrogeologico, rifiuti);
  • adeguamento della rete dei trasporti ferroviari, di terra, d’aria e marittimi alle esigenze dello sviluppo economico della regione, con l’interconnessione dei porti calabresi a quelli del Sud e del resto d’Italia, per intercettare i flussi mercantili che oggi attraversano il Mediterraneo diretti ai porti nord-europei (rafforzamento porto di Gioia Tauro, interconnessione con gli altri porti calabresi e del mediterraneo, interconnessione aeroportuale, alta velocità, elettrificazione dorsale jonica);
  • piano di investimenti nei settori economici di vocazione della Calabria, perché produzioni esclusive regionali non vedano ricadere altrove il loro valore aggiunto, con particolare attenzione alle startup giovanili e imprese di cooperative antimafia (specialmente nei settori dell’agro-alimentare e del turismo);
  • sostegno a strutture di eccellenza scolastiche e universitarie calabresi, perché non siano un costo ma divengano fonti di reddito e poli di attrazione per studenti, creando una economia indotta.

L’accordo con de Magistris deve prevedere:

  • la definizione di una squadra di governo che resti al lavoro per l’intera durata del mandato e che ogni variazione possa essere apportata di comune accordo, se necessaria;
  • nessuna forma di alleanza e collaborazione con coloro che hanno “Sgovernato” e distrutto il futuro della Calabria. Le persone perbene escano da quei partiti e facciano liste civiche;
  • impegno specifico nella lotta alle masso-mafie e alla contigua zona grigia di professionisti, politici e imprenditori.

“Impegno civico e progressista per la Calabria” non ha alcuna connotazione ideologica. I movimenti e comitati che ne fanno parte condividono solo il programma e il sostegno alla squadra, collegialmente scelta, che dovrà realizzarlo, sotto la presidenza de Magistris. Per questa ragione, “Impegno civico e progressista per la Calabria” invita il Movimento cinque stelle, che in Calabria non ha responsabilità del disastro fatto da centrodestra e centrosinistra, ad aderire allo schieramento, senza cadere nella trappola della replica in sede locale delle alleanze nazionali. Lo spirito originario del M5S è ancora forte in Calabria ed è portatore di speranza e non va sprecato ancora una volta.

“Impegno civico e progressista per la Calabria” si propone di realizzare un esempio, per tutto il Sud, di nuova forma di azione politica, non settaria, per risolvere i problemi che penalizzano la popolazione e il territorio (e non perdendo tempo con ambizioni di altro genere o personali), anche aprendo una vertenza con lo Stato centrale, responsabile di aver costruito, in un secolo e mezzo, un Paese diviso in due. Noi vogliamo un’Italia equa, anche nei servizi resi ai cittadini e nel rispetto dei diritti costituzionali.

La Calabria è l’ultima regione d’Italia e d’Europa. Questo è il motivo per cui bisogna cominciare da qui per riequilibrare il Paese. La Calabria ha tutto in casa, dalla natura alla gente, per rinascere, diventare un esempio per tutti e sconfiggere quel crimine organizzato tanto utile a chi fa affari con i calabresi per male, mentre condanna indistintamente tutti i calabresi perbene. Per questo la principale azione del nuovo governo dovrà essere quella della legalità, lotta alla ‘ndrangheta e lotta alla corruzione.

Le porte di “Impegno civico e progressista per la Calabria” sono aperte a tutti i gruppi, associazioni, movimenti che condividono questi pochi punti programmatici per il rilancio socio-economico e morale della Calabria. E difatti altre associazioni, movimenti e gruppi locali presto si aggiungeranno.

Movimento 24 Agosto Equità Territoriale

Movimento per la Rinascita del PCI e l’Unità dei Comunisti

Movimento Identità Calabrese

Calabria Terra Libera

Movimento Bagnara Aperta

Movimento Costruiamo il Futuro

Amministratori Civici e Progressisti

Click to Hide Advanced Floating Content