LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Italia Nostra: Sacal, necessario un management all’altezza dei compiti

2 min read

La Sacal continua a far parlare di sé anche quando tiene a sottolineare “alta professionalità”, riferita  senza ombra di dubbio e chiaramente al management e non ai lavoratori verso i quali avremmo dimostrato approvazione

Comunicato Stampa

Ciò per i decreti di approvazione delle domande di cassa integrazione per Sacal Spa e Sacal Ground Handling. C’era proprio bisogno di rimarcarlo? Grave ed inconcepibile sarebbe stato il contrario.

Ci domandiamo alta professionalità anche sulla vicenda e sulle conseguenti polemiche circa la mancata erogazione dei servizi di pulizia nei locali dei vigili del fuoco dell’aeroporto di Crotone?
Possiamo dire la stessa cosa in riferimento alla corresponsione di spettanze retributive cd premi semestrali riconosciute dalle precedenti gestioni aziendali sulla base di accordi integrativi?
Grande professionalità anche quando ci si riferisce alla perdita del finanziamento per la nuova aerostazione dell’aeroporto di Lamezia Terme?
A noi non convince il silenzio degli azionisti pubblici sulla vicenda e nemmeno la presa di posizione del sindaco di Lamezia Terme Paolo Mascaro.
Troppa fretta per cancellare 13 anni ed elogiare la Santelli che avrebbe confermato la volontà di realizzare l’opera con fondi regionali. Di che parliamo? Di accorpamenti a blocchi?
Speriamo che non si ripeta la buffonata dei due mila euro a fondo perduto che andranno non a chi è in difficoltà per come era stato propagandato ma a chi problemi non ha.
Già di gaffes la Santelli ne ha accumulate alla bisogna. E continua a macinarne con la riapertura di discariche off limits e la riapertura di nuove nonostante la normativa europea imponga discariche zero. Questo vale anche per i sindaci.
Per non commentare la legge sui vitalizi che suona vergogna al mondo intero.

Per tornare alla Sacal vorremmo consigliare di adottare tutte le misure anti covid che la normativa prescrive a cominciare dalla “Sala Amica” e controllare che anche il personale addetto alle pulizie utilizzi sistemi di protezione usa e getta.
Crediamo sia arrivato il momento di cambiare pagina con l’adozione di misure di garanzia a favore di tutti i lavoratori. Senza alcuna discrezionalità e senza licenziamenti ingiustificati.Senza penalizzazioni verso nessuno.
C’è necessità davvero di grande competenza e di un management all’altezza dei compiti sempre più impegnativi.
Quello attuale ha dato prova, nel suo complesso, di non essere in grado di far fronte alle nuove sfide aeroportuali. Di non riuscire spesso ad instaurare il giusto rapporto con i dipendenti.
Di perdere treni troppo importanti e di non riuscire a rasserenare un clima che della nebulosità e opacità ne ha fatto un tratto costante.
Questo è quanto chiedono i tanti lavoratori che si rivolgono alla nostra associazione.
Giuseppe Gigliotti 
Presidente 
Italia Nostra Lamezia Terme